film

Ludwig

anno1973
regia
conHelmut Berger, Romy Schneider, Silvana Mangano, Umberto Orsini
produzioneItalia/Germania/Francia
durata173 min
generebiografico
temiomosessualità maschile
1864, Ludwig von Wittelbach (Helmut Berger) viene incoronato re della Baviera. Dalla personalità problematica quanto eccentrica, interessato molto più all'arte che alla politica, il giovane re trova consolazione soprattutto nella forte passione spirituale che lo lega alla cugina Elisabeth (Romy Schneider) e nella musica di Richard Wagner. Per questo invita in Baviera il celebre musicista (Trevor Howard) con l'amante Cosima von Bulov (Silvana Mangano), finanziandolo cospicuamente e dissipando enormi somme per le rappresentazioni delle sue opere; ma è poi costretto a mandarlo via per il malcontento venutosi a creare un po' dovunque. Col passare degli anni, Ludwig si interessa sempre meno alla politica - a cominciare dalla guerra austro-prussiana che vede il giovane fratello Otto (John Moulder Brown) tornare squilibrato - per isolarsi nel mondo dell'arte e nei castelli da lui fatti costruire. Gli unici punti di riferimento sono Elisabeth e il colonnello Durkheim (Helmut Griem). Nonostante sia attratto dagli uomini Ludwig decide di sposare Sophie (Sonia Petrova), la sorella di Elisabeth, per poi però, tra lo sconcerto di tutti, rinunciare al matrimonio. Nel frattempo diventa amante del suo valletto Hornig (Marc Porel). Benché pressato da incombenze politiche - sono gli anni in cui si sta formando la confederazione tedesca - Ludwig, precocemente invecchiato, trascorre le sue giornate nei castelli, abbandonandosi ad orge con gli scudieri. Nel 1866 viene deposto dal consiglio di stato, dopo una perizia psichiatrica di infermità mentale. La notte del 13 giugno viene trovato annegato nelle acque del lago di Starnberg assieme al dottor Gudden.

Recensioni per Ludwig

titoloautorevotodata
Ludwig23/06/2005