film

Crimes of the Future

anno1970
regia
conRonald Mlodzik
produzioneCanada
durata70 min
generefantascienza
temiomosessualità maschile
Eugene Tripod è alla ricerca di un fantomatico scienziato, il dr. Antoine Rouge, già suo maestro e forse responsabile di una malattia che ha causato la morte di centinaia di migliaia di donne per via di alcuni cosmetici. Nelle sue peregrinazioni Tripod visita diversi improbabili centri di studi, nei quali sono raccolte singolari manifestazioni della malattia, attraverso lo studio delle quali i medici stanno cercando un rimedio alla possibile estinzione dell'umanità. La malattia di Rouge uccide infatti le donne appena entrano in pubertà, rendendo di fatto impossibile la riproduzione della specie umana. Uno dei sintomi della malattia è la secrezione di una sostanza biancastra, da parte di diverse parti del corpo (orecchi, naso e capezzoli), che causa un'attrazione fisica irrefrenabile. La natura fa il suo corso: in un paziente ricoverato al centro di "Malattie Neo-Veneree" si manifestano mutazioni organiche indotte da una forma di "cancro creativo" che produce nuovi organi, complessi ma al momento apparentemente privi di funzione. E' forse il segno di una mutazione imminente dettata dalle nuove necessità di adattamento e di sopravvivenza indotte dal morbo di Rouge, che potrebbe indurre ad elaborare nuove forme di riproduzione che escludano l'intervento della donna. Nel frattempo l'unica speranza di sopravvivenza dell'umanità sembra affidata all'unione del protagonista con una ragazzina artificialmente portata a sviluppare una pubertà precoce.

Recensioni per Crimes of the Future

titoloautorevotodata
Crimes of the Future19/04/2005