libro

Occhiali d'oro, Gli

sottotitoloIl romanzo di Ferrara - 2
autore
edizioneMilano, Mondadori, 2005 (Prima edizione: 1958)
pagine114
lingua dell'edizione schedataitaliano
genereromanzo, letteratura italiana
temifascismo, suicidio, Ferrara, prostituzione, ebrei, razzismo

Negli anni delle leggi razziali del fascismo un giovane ebreo ferrarese inizia a provare una specie di fascinazione, dovuta alla intima ribellione contro la comune condizione di "diversi", per Fadigati, un medico omosessuale che per aver vissuto troppo apertamente la sua condizione viene ostracizzato e infine spinto al suicidio. Fra i due si crea un inespresso, sordo rapporto di solidarietà e simpatia, che tuttavia non varrà ad evitar loro un destino tragico, a causa della persecuzione da parte della società.

Il romanzo, ricco di sfumature umane e scritto magistralmente, offre un sapiente ritratto del perbenismo che sconfina nel razzismo e dei suoi devastanti effetti.

Recensioni per Occhiali d'oro, Gli

titoloautorevotodata
Occhiali d'oro, Gli (1958)Angela Siciliano08/10/2008