libro

Certe cose si fanno

sottotitoloIdentità, genere e sessualità nella popolazione LGBT
autore
edizioneNapoli, Gesco, 2010
pagine174
lingua dell'edizione schedataitaliano
generesaggio, collettanea, letteratura italiana
temisociologia, identità di genere, femminielli, Napoli, salute, sesso, droga, transgenderismo, mts
Il volume riunisce saggi che analizzano il comportamento omosessuale attraverso una prospettiva inedita, guardandolo da più punti di vista ma privilegiando in particolare gli aspetti riguardanti la sessualità.
Punto di partenza dell'indagine è una ricerca sociologica condotta a Napoli per indagare l'associazione tra socialità sessuale - in questo caso in particolare omosessuale - e rischio legato a comportamenti sessuali particolari, quali la dipendenza sessuale, il sesso non protetto e il consumo di sostanze psicoattive.
Il libro è arricchito da una serie di interviste a studiosi, politici e personaggi dello spettacolo quali Enrica Amaturo, Vincenzo Capuano, Franco Grillini, Pietro Maturi, Platinette, Sara e Salvatore Simioli, chiamati a esprimere la propria opinione sulle diverse dimensioni dell'omosessualità moderna.
Ne viene fuori una guida al mondo omosessuale utile anche per il lettore meno esperto, corredata in appendice da un inedito glossario dei termini LGBT più in uso e da un vademecum sulle infezioni trasmissibili per via sessuale.
La prefazione è curata da Alessandro Cecchi Paone, che, convinto che «sapere vuol dire capirsi e capire» auspica il passaggio «dalle manifestazioni omofobiche, percepite come settoriali, a quelle educative a livello collettivo».
I saggi sono di Amalia Caputo, Fabio Corbisiero, Flavia Menna, Elisabetta Perone e Carmine Urciuoli.

Certe cose si fanno non ha ancora ricevuto una recensione.