libro

Politiche dell'orgoglio

sottotitoloSessualità, soggettività e movimento sociali
autore
edizionePisa, ETS, 2015 (àltera)
pagine212
lingua dell'edizione schedataitaliano
generesaggio, Collettanea accademica, letteratura italiana
temiqueer theory, identità di genere, LGBT, transgenderismo, movimento gay italiano, intersezionalità, identità, lesbofemminismo, Roma, intersessualità, binarismo di genere, Omonazionalismo, Omonormatività
L'orgoglio, come affermazione e autodeterminazione dell'esistenza, non è solo la sfida che il singolo lancia all'ambiente ostile in cui vive, ma è soprattutto una forma di sapere che circola all'interno dello spazio della militanza come bene comune, come motore dei movimenti lesbici, gay, bisessuali, transessuali e transgender, queer, intersex e/o asessuali LGBTQIA. Le soggettività messe in movimento dalle minoranze sessuali sono il risultato di relazioni che, nella quotidianità del lavoro militante, trasformano l'individuale in collettivo e fanno dell'orgoglio una questione politica. Questi saggi propongono un'analisi delle tensioni sorte in merito all'emergenza e all'integrazione di componenti e tematiche in precedenza escluse o invisibili, fra cui i soggetti transgender o la questione intersex; relegate ai margini, come le lesbiche; negate perché scomode, come quelle dei soggetti che sfuggono al modello dell'omosessuale "moderno"; impensate, come l'esperienza della doppia discriminazione, sessuale e razziale; sfuggenti, come la politica queer; o nuove, come le contro-mobilitazioni che contestano le politiche di genere e della sessualità, suscitando strategie di lotta inedite.

Politiche dell'orgoglio non ha ancora ricevuto una recensione.