libro

Machi di carta

autore
edizioneViterbo, Stampa alternativa, 2003
pagine128
lingua dell'edizione schedataitaliano
genereromanzo, Erotico, letteratura cubana
temiAmerica coloniale, Cuba, erotismo, prostituzione
I maschi cubani in generale, si vantano delle loro doti di stalloni e più degli altri manifestano esplicitamente il loro disprezzo per i gay, fino al punto di condividere e sollecitare forme di repressione anche poliziesche. Ma nella Cuba dei nostri giorni, a l'Avana, capita che un giovanissimo conturbante gay e travestito susciti gli appetiti erotici di più d'uno stallone, tanto da scatenare passioni e gelosie, in barba a tutte le esibite manifestazioni di machismo. Una Cuba inedita, descritta in questa opera prima, dove - in camera da letto - tutti i conclamati pregiudizi contro i gay rovinano come castelli di carta, svelando che, se di 'machi' si potrà ancora parlare, si tratterà di "machi di carta".

Recensioni per Machi di carta

titoloautorevotodata
Cuba, paradiso dei maschi?17/03/2005