The Customer's Always Right

5 agosto 2013

È possibile ascoltare la canzone (nella versione demo registrata dallo stesso Coward) su YouTube http://www.youtube.com/watch?v=0RxAfb5Z5ks

Canzone comica scritta per il musical "Sail Away" di cui Coward fu autore, regista ma non interprete. Questo numero apriva il secondo atto in una scena ambientata nel marcato di Tangeri subito dopo l’arrivo di una nave da crociera americana piena di ricchi, volgari e ottusi turisti.

Nel testo troviamo due riferimenti (anche se un po' mascherati) a tematiche omosessuali.

Nella strofa (molto lunga come era solito fare Coward in questi tipi di canzone) Alì, capo di un gruppo di delinquenti, chiama a raccolta i suoi uomini. Man mano che questi vengono nominati compaiono in scena rispondendo all'appello oppure giustificando l'assenza di qualche loro compagno momentaneamente non disponibile. Quando è il turno di Mohammed Ben Al Kazir veniamo a sapere che:

[...]

He was caught forging cheques

Got religion, and changed his sex

[...]

(Lo hanno beccato a falsificare degli assegni

Si è convertito e ha cambiato sesso)

Ovviamente il cambio di sesso è funzionale a una probabile fuga dalla polizia. È comunque interessante notare come Coward, che era omosessuale e assolutamente velato, utilizzi questo elemento con intenti comici.

Nel ritornello Alì spiega il motivo della chiamata a raccolta: gli americani sono arrivati ed è perciò il momento di “mettersi al lavoro” dando così ai suoi uomini una serie di consigli su come truffare meglio i malcapitati:

[...]

They may have inhibitions,

And yearn for secret joys,

Obey your intuitions,

Offer them girls… offer them boys.

[...]

(Possono avere delle inibizioni

E sognare passioni segrete

Seguite le vostre intuizioni

Offritegli ragazzi… offritegli ragazzi)

Anche se il sesso dei turisti non è specificato è chiaro, almeno per un pubblico che già conosce la vena satirica di Coward, che quei "boys" da offrire in cambio di soldi siano prostituti disposti ad accettare denaro sia da uomini che da donne. D'altronde Coward usa un paio di parole che ci mettono sulla strada giusta: sia la presenta di “inhibitions/secret joys” che le intuitions a cui dovrebbero far ricorso gli uomini di Alì suonano molto come parole in codice messe lì apposta per un pubblico abituato a cogliere sottotesti gay.

La canzone è molto simile (stessa musica e struttura ritmica del ritornello e una strofa molto simile) a "The passenger's always right" che viene cantata a metà del primo atto da Joe capo cameriere della nave da crociera su cui si trovano i ricchi americani. Qui il tono della canzone è meno "politicamente scorretto" dato che lo scopo del pezzo era una bonaria presa in giro della crapuloneria degli americani. Entrambi le canzoni furono affidate a Charles Braswell che interpretata il doppio ruolo di Joe e Alì.

La riproduzione di questo testo è vietata senza la previa approvazione dell'autore.

Potrebbe interessarti anche…

autoretitologenereanno
Michele Medda, Luca Casalanguida, Michele Benevento, Lorenzo De FeliciLukas n° 10 - "Alias"orrore2014
Mark Millar, John RomitaKick-Ass (omnibus)comico2012
autoretitologenereanno
AnonimoSins of the cities of the plain, Theromanzo2013
Alessandro CalderoniMestiere più @ntico del mondo, Ilsaggio2008
Nicole CanetHôtels Garnis: garçons de joiecatalogo2012
Dennis CooperMiei pensieri perduti, Iromanzo2002
Thierry Delessert"Les homosexuales dont un danger absolu"saggio2012
Omar Di MariaMaruaniromanzo2011
Mario FortunatoTre giorni a Parigiromanzo2016
Robert KarmMarchetta di lussoromanzo1986
Bernard Marie KoltèsNella solitudine dei campi di cotone e altri testiteatro2003
Laurie MarhoeferSex and the Weimar Republicsaggio2015
Tutti i risultati (17 libri) »
titoloartistaanno
Gigolò2010