I don't do boys (2010). Inno lesbico dalle Elektra (Islanda).

È super-esplicito, questo video lesbico, ma non più della canzone stessa, che fin dal titolo precisa "Non mi faccio mai i ragazzi". E prosegue:

"mi faccio solo ragazze, con stile e classe".
Questo perché le ragazze hanno
labbra seducenti, occhi seducenti, corpi seducenti, sorrisi seducenti.
Sto per farti impazzire:
non farti i ragazzi, fatti solo ragazze;
io mi faccio solo ragazze, con stile e classe.
Come dire: tutto un programma.

Di fronte a un testo così esplicito il video non poteva spingersi oltre senza scadere nel porno-lesbo, quindi saggiamente il regista ha mantenuto un basso profilo, sceneggiando le parole della canzone con prudenza.
L'intero video non è infatti altro che il racconto per immagini della festa privata d'un gruppo di ragazze lesbiche nordeuropee (il complresso "Elektra" è islandese!), iniziata da alcune femmes a forza di atmosfere ovattate e raffinati calici di vino e proseguita, dopo l'irruzione d'altre ragazze decisamente più orientate verso il butch, con birre a go-go, e col classico gioco della bottiglia. (Una curiosità: le lesbiche butch portano con sé un cartone di birra "Corona", che ha reso possibile la creazione del clip sponsorizzandolo!).

E qui, baci dapprima timidi, poi sempre più audaci, fino al gran finale, con coppie allacciate per terra che si baciano e pastrugnano, ma senza perdere di vista il "politicamente corretto", e quindi senza mostrare nudità femminea veruna.

Non so quanto sia reale la pratica delle orge collettive fra donne, che non mi risulta essere tanto easy quanto parrebbe da questo video... ma forse sono solo io che ho bisogno d'un corso d'aggiornamento sui costumi sessuali del XXI secolo. O forse no, forse qui siamo solo nel campo delle fantasie erotiche etero, ma tanto la canzoncina è divertente e irriverente e il video lo è altrettanto, e quindi chissenefrega se racconta avvenimenti reali o no.

Il motivetto della canzone è infatti carino ed orecchiabile, il video è esplicito senza mai scadere nella volgarità (salvo che per i più bigottoni), le fanciulle (per chi apprezza il genere) carucce (fin troppo, decisamente al limite della fantasia erotica lesbo-chic). Per queste ragioni, pur trattandosi solo d'un motivetto allegro e senza pretese, direi che il clip sia riuscito e meritevole di visione.

Se poi si leggono i volgarissimi commenti lasciati dai maschi etero su Youtube (che vanno da: "È tutta questione di c.... Lo sappiamo che in fondo lo volete" a: "Lesbismo e femminismo: perché non a tutte è concesso essere belle") emerge pure che perfino video "disimpegnati" come questo sono assolutamente necessari. Ed urgenti.
La riproduzione di questo testo è vietata senza la previa approvazione dell'autore.