film

Vizietto, Il

titolo originaleLa cage aux folles
anno1978
regia
conUgo Tognazzi, Michel Serrault, Michel Galabru, Claire Maurier, Remi Laurent, Bennie Luke, Maneri. Luisa
produzioneFrancia/Italia
durata103 min
generecommedia
temifamiglia gay, effeminatezza, bisessualità, coppia gay, figli/adozioni, politica, stili di vita
Saint Tropez. Renato (Ugo Tognazzi) e Albin (Michel Serrault) stanno assieme da vent'anni e gestiscono un night di travestiti, la cui attrazione è proprio Albin, conosciuto come Zaza. Qualche litigio vena la loro gioiosa convivenza; in particolare, Albin nota come Renato sia meno premuroso nei suoi confronti. A complicare le cose il figlio di Renato, Laurent – frutto del suo “vizietto”, ossia l’essere andato a letto con una donna – si vuole sposare con Andréa Charrier (Luisa Maneri) e chiede al padre di invitare i futuri consuoceri a cena. Laurent (Remi Laurent) chiede inoltre che non ci sia Albin, decisamente troppo effeminato, anche perché il padre della ragazza è deputato nelle liste della "Unione per l'ordine morale" ed è il trionfo del perbenismo e dell'inflessibilità.Offeso e indispettito, Albin riesce comunque ad intromettersi, travestendosi e spacciandosi per la madre di Laurent. L'inganno, costellato da innumerevoli equivoci, è alfine scoperto, anche a causa di Jacob (Bennie Luke), l'effeminato cameriere di colore. Charrier (Michel Galabru), incredulo e furibondo nello stesso tempo, vorrebbe fuggire ma, braccato com'è da fotografi in cerca di scoop, è costretto ad andare via travestito da donna attraverso il night, collegato alla casa. Un lieto fine suggella il film: Laurent sposa Andréa, mentre Renato e Albin si riconciliano (per litigare di nuovo al matrimonio...).

Recensioni per Vizietto, Il

titoloautorevotodata
Il vizietto07/06/2005