The Bill: poliziotti gay in Gran Bretagna

20 maggio 2004

Questa serie drammatico-poliziesca, che ha riscosso un enorme successo in Gran Bretagna e in Australia, ha occasionalmente affrontato tematiche omosessuali. Come nella maggior parte delle serie poliziesche o giuridiche, vi sono episodi ambientati nella comunità gay o che hanno a che fare con luoghi di battuage, pestaggi omofobi con conseguenti processi, ecc. ("Gay Bashing", 1997; "PC Smith", 2001; "Cruise control", 2001).

Nella 17^ stagione (2001) entra nel cast il personaggio di Craig Gilmore, poliziotto gay politicamente corretto con all’attivo un coming out fatto a diciannove anni, genitori comprensivi, una relazione omosessuale pluriennale (per quanto finita) e nessun problema a dichiararsi sul posto di lavoro. Problemi che invece assillano un altro poliziotto, il più giovane del distretto, Luke Ashton (interpretato da Scott Neal, uno dei protagonisti di Beautiful Thing). Entrato nella serie nel 1997, Luke ne era poi uscito per tre anni. Al suo rientro è ancora velato, ma ci penserà Craig a farlo uscire forzatamente allo scoperto, vedendolo ancora convinto di volersi sposare con una donna anche dopo essere stato a letto con lui. Sempre indeciso sui propri sentimenti per Craig, Luke chiede il trasferimento ed esce di scena, inducendo Craig, dopo due stragioni di onorato servizio, a fare lo stesso.

Ma con l'uscita di scena di Craig non viene meno l'interesse degli sceneggiatori per l'argomento: nella puntata del 5 maggio 2004 un altro poliziotto, Lance Powell, fa coming out. Non sorprende che la serie abbia suscitato un vespaio di polemiche, soprattutto dopo la scena in cui Luke bacia Craig dopo che questi gli ha dichiarato il suo amore.

La riproduzione di questo testo è vietata senza la previa approvazione dell'autore.

Le recensioni più lette di questi giorni

  1. 1

  2. 5

    Relax (videoclip , 1983)

    di

  3. 8

  4. 9

    Spatriati (libro , 2021)

    di

  5. 10

    Dune (libro , 1984)

    di