Breve autunno, Un

25 luglio 2004

Nel romanzo breve che dà il titolo al libro una donna torna al paese della sua infanzia alla ricerca di un misterioso persecutore telefonico.

Qui reincontra Piero Modesti, già suo compagno di scuola, ora affarista di successo. Piero è omosessuale e vive nel paese soffocante ritagliandosi uno spazio d'amore con avventure per ragazzi belli e venali, che però non può permettersi di trasformare in amore vero. A prezzo di sacrifici s'è costruito un'immagine di dignità e serenità interiore, che comunque paga pesantemente.

Una descrizione magistrale delle piccole gioie e dei grossi costi della condizione di omosessuale di provincia, delineata senza tesi precostituite, con simpatia e partecipazione. Consigliato.

La riproduzione di questo testo è vietata senza la previa approvazione dell'autore.

Potrebbe interessarti anche…

autoretitologenereanno
Francesco GnerreEroe negato, L'saggio2000
Francesco Gnerre, Gian Pietro LeonardiNoi e gli altrimiscellanea2007
Andrea PiniQuando eravamo frocisaggio2011
Gilberto SeveriniA cosa servono gli amori infeliciromanzo2010
Gilberto SeveriniCongedo ordinarioracconti1997
Gilberto SeveriniFuoco magicoracconti1988
Gilberto SeveriniPartnersracconti1988
Gilberto SeveriniQuando Chicco si spoglia sorride sempreracconti1998
Gilberto SeveriniRagazzo prodigioromanzo2005
Gilberto SeveriniSartoria, laromanzo2001

Le recensioni più lette di questi giorni

  1. 1

    Isabella (fumetto, 1966)

    di

  2. 4

    Relax (videoclip, 1983)

    di

  3. 5

    Sukia (fumetto, 1978)

    di

  4. 6

  5. 7

  6. 8

    Altri libertini (libro, 1980)

    di

  7. 9

    Mani di fata (film, 1983)

    di