An American Family

5 maggio 2004

Antesignano degli attuali reality show, questo documentario di dodici ore, montato a partire da oltre 300 ore di girato, segue i sette membri della famiglia Loud durante la loro vita quotidiana.

Uno dei figli, Lance, è apertamente gay, spesso si mostra truccato, e nel periodo delle riprese (effettuate nel 1971) si trasferisce nel Greenwich Village a New York, dove la madre va poi a fargli visita. Lance la porta in un locale a seguire uno spettacolo di drag queen.

A dispetto delle apparenze, la famiglia Loud non era una famiglia modello, tanto che lo stesso Lance ha dichiarato che nemmeno i Loud stessi si sarebbero voluti come vicini. Anche l'omosessualità di Lance era più tollerata che accettata: all'epoca della messa in onda se ne parlò a lungo, ma più nelle interviste promozionali che nella serie stessa, poiché in famiglia l'argomento era pressoché tabù.

Dopo la messa in onda della serie, concepita come una sorta di documentario antropologico, Lance approfittò della sua breve notorietà per iniziare una carriera di scrittore e opinionista gay, tra l'altro per la rivista The Advocate, continuata fino alla morte, avvenuta nel 2001 per AIDS.

La riproduzione di questo testo è vietata senza la previa approvazione dell'autore.

Le recensioni più lette di questi giorni

  1. 2

  2. 4

    Relax (videoclip , 1983)

    di

  3. 6

    Vogue (videoclip , 1990)

    di

  4. 10

    Boys Love (film , 2006)

    di