Histoire juridique de l'homosexualité en Europe. Interessante, ma già invecchiato.

18 agosto 2004

Come accade spesso, la parte davvero interessante di questo saggio giuridico sull'omosessualità è quella in cui è specialista l'autrice (la filosofia del diritto moderno e contemporaneo) che contiene osservazioni stimolanti.

Per il resto, quest'opera non resterà negli annali come pietra miliare della storiografia sul tema glbt, se non altro perché è più che altro un lavoro di sintesi di un certo numero di monografie apparse negli ultimi anni...


Il vantaggio di questo approccio sta nell'aver reso possibile, in un agile libretto tascabile di 127 pagine, una sintesi su "Legge ed omosessualità" (anche se il libro è uscito in una collana di Medicina, non di Legge!) che spazia dall'antica Grecia al 1997.

Lo svantaggio, è aver creato un'opera che accenna a tutto e non approfondisce nulla, che cita per lo più di seconda mano (commettendo così vari errori) e di fretta e furia (cadendo così in varie imprecisioni, magari solo per eccesso di sintesi).


Un paio di esempi per tutti: l'estensione all'Italia del "Code Napoléon" (che aboliva le leggi antiomosessuali) è attribuita a p. 66 al Codice dei Savoia, quando in realtà avvenne l'esatto opposto: i Savoia furono gli unici monarchi italiani, assieme al papa, ad abrogare del tutto il Code Napoléon dopo la Restaurazione, e a mantenere comunque le leggi antiomosessuali quando ne accettarono vari princìpi. Fu solo il Codice Zanardelli, nel 1889, ad abrogare per l'Italia le leggi anti-omosessuali ereditate dal Codice sabaudo (e l'errore è ripetuto a p. 81, dimostrando che non si trattava d'una svista, bensì d'ignoranza della storia italiana).

E che dire quando (p. 4) l'autrice prende Voltaire (sic) come autorità per attestare che la parola "sodomia" appare per la prima volta nella Novella 141 del Corpus Juris giustinianeo, che invece quella parola non contiene affatto? Qui l'errore è doppio: aver dato fede a documenti obsoleti da secoli, e non aver verificato di persona sul testo originale del Corpus Juris, che una storica del Diritto dovrebbe avere a portata di mano...

d

Avvicinandosi al tempo presente, la qualità del lavoro migliora via via, con pagine di rilievo laddove si affronta il periodo delle codificazioni penali post-napoleoniche (pp. 50 in poi).

Purtroppo però la parte relativa agli ultimi anni (pp. 83-124), molto aggiornata e senza dubbio di grande utilità pratica all'uscita dell'opera, è invecchiata per gli enormi cambiamenti avvenuti in Europa nel frattempo.

Diciamo insomma che questo libro ha comunque svolto un compito, abitando utilmente per le mani di coloro che in questi ultimi anni han dibattuto ed attuato il cambiamento del Diritto francese in materia di omosessualità. Ma una volta svolto questo compito, ha esaurito il suo scopo.


In conclusione: questo è un "bigino" utile a chi non sa nulla di storia del Diritto per acquisire una rapida (si legge in una giornata) infarinatura, ma non va preso per nulla di più di questo. Per ogni capitolo (eccezion fatta per le parti sulla filosofia del diritto) esistono monografie più accurate e approfondite, e decisamente più utili, di questa.


Ciò detto, va aggiunto che la situazione è aggravata dalla fastidiosa mancanza d'accuratezza dell'autrice, che già a p. 4 dà di un concetto cardinale come quello di stuprum latino una definizione scorretta; a p. 5 affibbia a Benkert il nome di Karolay, a p. 7 trasforma la parlamentare europea Vera Squarcialupi in V. S. Quarcialupi... E siamo solo a p. 7...


Legga quest'opera chi ha poco tempo, come prima introduzione. Ma non poggi studi e affermazioni su questo libro, che non ha basi abbastanza solide per essere "fondamentale".

La riproduzione di questo testo è vietata senza la previa approvazione dell'autore.

Potrebbe interessarti anche…

nomeprofessioneautoreanni
Jean-Jacques Régis de Cambacérèsgiurista, politicoVari1753 - 1824
autoretitologenereanno
Copi (pseud. Raul Damonte-Taborda)Fantastico mondo dei gay, Ilcomico1987
Ralf KönigKonrad & Paulcomico1994
Ralf KönigSposo baci la sposa, Locomico2006
Souko MasakiBisexualshōnen'ai2006
Kano MiyamotoNot/Loveshōnen'ai2007
Filippo ScòzzariFango e ossigenofantascienza1988
Akimi YoshidaBanana fish 16manga2004
autoretitologenereanno
AA.VV.Bioeticamiscellanea2005
AA.VV.E l'ultima chiuda la portamiscellanea1996
AA.VV.Homosexuality in early modern Francesaggio2001
AA.VV.Homosexuality in Modern Francemiscellanea1996
AA.VV.Romanzi erotici del '700 franceseromanzo1995
AA.VV.Stare insiememiscellanea2001
AA.VV., Mark BlasiusWe are everywheredocumenti1997
AA.VV., Asher Colombo, Marie-Ange Schiltz, John de Wit, Luca Pietrantoni, Massimiliano Sommantico, Hans SchadeePolissaggio1999
Dario AccollaGay stanno tutti a sinistra, Isaggio2012
Francesco Maria AgnoliAttacco alla famigliasaggio2007
Tutti i risultati (138 libri) »
titoloautoredata
Le coppie di fatto e la legge anagrafica
I registri delle unioni civili e le attestazioni di famiglia affettiva
Vari25/01/2007
Le unioni civili
Un quadro aggiornato del dibattito nel mondo
Stefano Bolognini15/11/2006
titoloartistaanno
Così sia2010
FinallyAdam Joseph, Lars Stephan, Stuart Perkins, Arickatoure Aviance2009
Heartbeat SongKelly Clarkson2015
HousewifeJay Brannan2008
I Still Love YouJennifer Hudson2015
Italia, L'Marco Masini2009
Per quella lei ci muoreArdecore2010
Please, don't...2012
Same LoveMacklemore, Ryan Lewis feat, Mary Lambert2012
TormentoMassimo De Marco2003
Tutti i risultati (11 videoclip) »

Le recensioni più lette di questi giorni

  1. 1

    Relax (videoclip, 1983)

    di

  2. 4

    What/If (serie tv, 2019)

    di

  3. 5

  4. 6

    Altri libertini (libro, 1980)

    di

  5. 7

  6. 9

    Sukia (fumetto, 1978)

    di

  7. 10

    Girlfriend (videoclip, 2013)

    di