Cinque poesie

20 settembre 2004

Ironiche, limpide e maliziose poesie d'amore, giocate sul filo di una levissima ambiguità che permette occultamenti e svelamenti di grande efficacia.

 

"Parole... dove un grido

basterebbe c'è la grassezza

delle parole. Parole,

quando appetiscono chiarità improvvise,

il succo schietto, la punta estrema

del tuo corpo, arco, freccia,

corolla di acqua aperta

al fuoco a piombo del mio corpo"... (p. 337).

La riproduzione di questo testo è vietata senza la previa approvazione dell'autore.

Le recensioni più lette di questi giorni

  1. 2

    Isabella (fumetto, 1966)

    di

  2. 5

  3. 7

    Sukia (fumetto, 1978)

    di

  4. 9

    Lady Oscar (serie tv, 1979)

    di