Le regole dell'attrazione

28 dicembre 2004, "Pride", n. 66, dicembre 2004

Passato fugacemente sugli schermi (dove è arrivato con due anni di ritardo), conviene ripescare in dvd (Eagle) Le regole dell’attrazione, diretto da Roger Avary. Tratto dall’omonimo romanzo di Bret Easton Ellis (l’autore del fortunatissimo American Psycho), racconta di alcuni studenti del Camden College: Sean (James Van Der Beek), Laureen e il gay Paul (Ian Somerhalder). La struttura è decisamente interessante, con una fine che coincide con l’inizio e con le vicende frammentate dallo stop & rewind (ossia “torna indietro”), che ci illumina su cosa stanno facendo in quel momento gli altri personaggi e riesce a entrare a fondo nelle dinamiche delle cose. La storia non è però all’altezza, se non per mettere a nudo l’aridità dei personaggi, incapaci di amare e di essere amati: tutti figli di papà che sfruttano le ricchezze familiari alla ricerca dell’effimero, fra sesso, alcol e droghe, a cominciare da Sean, il quale gioca spietatamente con Paul, invaghito di lui. Molte le scene audaci, come una masturbazione di Sean e qualche avventura di Paul, ma alla fine il film risulta freddo, dominato dalla stessa cinica indifferenza dei libri di Ellis.
La riproduzione di questo testo è vietata senza la previa approvazione dell'autore.

Le recensioni più lette di questi giorni

  1. 3

  2. 4

    Relax (videoclip , 1983)

    di