Canalini e l'opera buffa su Tondelli

7 gennaio 2005

Lo scorso 28 giugno è stato pubblicato il primo cofanetto della collana “Tondelliana” dal titolo “Federica in Cina – Pier Vittorio Tondelli e la sua ragazza” con scritti inediti, 50 lettere di contenuto personale, fotografie e filmati, dello scrittore corregese. Il progetto è opera dell’editore Massimo Canalini (Transeuropa), e mira a dimostrare che il maggiore scrittore gay del secondo ‘900 era eterosessuale e che l’omosessualità nei suoi scritti fu una montatura artistica. L’editore, in difficoltà economiche e memore del successo di vendite del progetto Under 25 ideato proprio da Tondelli, ha raccolto per un anno informazioni sullo scrittore cercando tracce sulle quali imbastire il castello retorico dell’eterosessualità dello scrittore. Uno dei collaboratori, lo scrittore piemontese Andrea Demarchi, ha frequentato per un anno Correggio a caccia di notizie e gossip privati, a partire da quei “Biglietti agli amici” nei quali è contenuto il messaggio a Federica Gazzotti, corrispondente delle lettere pubblicate (che, per la cronaca, sono scritte da quattordicenni). Intervistati invece tutti i commilitoni dell’epoca del militare per l’altro testo “Tondelli in mimetica”.

Il gesto balordo è stato condannato dalla famiglia dello scrittore che ha provveduto a diffidare Canalini dalla pubblicazione di materiale privato. Il curatore testamentario definisce il gesto una semplice “strumentalizzazione”. Molto rammaricato dalla faccenda l’amico d’infanzia Enos Rota, curatore del progetto “Caro Pier…” (Ed. Selene) che ha fondato un sito di studi gay sullo scrittore (http://www.caropier.it). Depositario dei ricordi di vita, Rota preferisce non spendere tanti commenti per il gesto, “non merita proprio commenti è solo una operazione commerciale!”, dichiara seccato e conclude,“per tanto tempo l’omosessualità di Tondelli è passata in secondo piano anche per volontà della famiglia, ora che anche la critica inizia a riconoscerne l’importanza l’operazione di Canalini mi sembra davvero fuori dal mondo!”. Che sia solo un’operazione commerciale quella dell’editore anconetano si capisce da come è montato il tutto, 49 euro per il primo cofanetto (il secondo a 99), una copertura mediatica capillare per lo scoop e la creazione di una casa editrice apposita, la “Pier Vittorio & Associati Srl”.
La riproduzione di questo testo è vietata senza la previa approvazione dell'autore.

Altre recensioni per Federica in Cina

titoloautorevotodata
Federica in Cina. Niente bugie su Tondelli!Felix Cossolo
01/05/2005

Potrebbe interessarti anche…

autoretitologenereanno
AA.VV.Io & Tondelliracconti2007
AA.VV.Poetichesaggio2005
Andrea DemarchiPier Vittorio Tondellibiografia2009
Francesco GnerreEroe negato, L'saggio2000
Francesco Gnerre, Gian Pietro LeonardiNoi e gli altrimiscellanea2007
Enrico MinardiPier Vittorio Tondellisaggio2003
Nico NaldiniCome non ci si difende dai ricordibiografia2005
Enrico PalandriPiersaggio2005
Angelo PezzanaDentro & Fuoribiografia1996
Nicola PezzoliTutta colpa di Tondellibiografia2008
Tutti i risultati (17 libri) »

Le recensioni più lette di questi giorni

  1. 3

    Accendimi di desiderio (libro, 2004)

    di Vari

  2. 4

    Relax (videoclip, 1983)

    di

  3. 5

    Sukia (fumetto, 1978)

    di

  4. 6

    Altri libertini (libro, 1980)

    di

  5. 7

  6. 8

    Vogue (videoclip, 1990)

    di

  7. 9

    Gay Porn (libro, 2002)

    di