Notti di Mosca, Le. Pornosatira anticomunista

24 febbraio 2005

Ironico e apocrifo romanzo "dissidente" russo, che mescola satira politica ed erotismo.

Fra le varie peripezie appare uno Stalin pederasta (pp. 149-150), un'involontaria scena di battuage (p. 196), qualche amoretto "sull'altra sponda" di un bellissimo quanto spregiudicato teppistello (pp. 261-263) e infine lo sfogo, a metà tra la concione politica e il gay pride, di un omosessuale (pp. 264-267): "Pederasta? Sì, e me ne vanto! Meglio il culo rotto che la testa intronata".

Presentato all'apparire come un frutto della dissidenza anticomunista, era in realtà opera italianissima del presunto "traduttore", Pietro Zveteremich.

L'omosessualità è qui usata, comunque, solo come "nota di colore". Anche se l'editore si vanta, nelle note di copertina, di aver lanciato con questo volume nientepopodimenoché un "movimento di Liberazione intellettuale nei Paesi dell'Est", di liberazione gay in quest'opera ce n'è poca o punto...


La riproduzione di questo testo è vietata senza la previa approvazione dell'autore.

Potrebbe interessarti anche…

autoretitologenereanno
AA.VV.Gay rootsmiscellanea1991
AA.VV.Hidden from historymiscellanea1989
AA.VV.Secolo gay, Ilmiscellanea2006
AA.VV., Mark BlasiusWe are everywheredocumenti1997
Manfred Baumgardt100 Jahre Schwulenbewegungmiscellanea1997
Massimo ConsoliHomocaust [terza edizione]saggio1991
Dan HealeyHomosexual desire in revolutionary Russiasaggio2001
Giovanni MoscaCandido in Italiaromanzo1984
Enrico OliariOmosessuali? Compagni che sbaglianosaggio2009
Angelo PezzanaDentro & Fuoribiografia1996
Tutti i risultati (15 libri) »
titoloanno
Madam Secretary2014

Le recensioni più lette di questi giorni

  1. 1

    Relax (videoclip, 1983)

    di

  2. 4

  3. 5

    What/If (serie tv, 2019)

    di

  4. 7

  5. 8

    Sukia (fumetto, 1978)

    di

  6. 9

    Altri libertini (libro, 1980)

    di