Pappa & ciccia

27 marzo 2005

E' stata una delle serie televisive di maggior successo degli anni '90 e una delle più originali, soprattutto per la capacità degli sceneggiatori di fondere comicità e dramma, stereotipi della sit-com e realismo. E grazie all'iniziativa della protagonista e coproduttrice Roseanne Barr (già Roseanne Arnold e oggi nota semplicemente come Roseanne), che ha sfruttato senza remore la sua posizione di star televisiva controllando tirannicamente la serie, Pappa & Ciccia (sul titolo e sul doppiaggio italiano caliamo un velo pietoso) ha trattato a più riprese tematiche omosessuali, contribuendo non poco alla loro diffusione in televisione.


Nel 1991 Roseanne Barr, che ha un fratello gay e una sorella lesbica, dichiarò che voleva personaggi gay "naturali", che dimostrassero come "i personaggi gay non sono mostruosi, non sono strani, e non stanno tutti morendo di AIDS".


Dopo aver progettato di trasformare la sorella della protagonista in una lesbica, si preferì introdurre un nuovo personaggio, Leon, il proprietario della tavola calda nella quale per qualche tempo lavora Roseanne. L'omosessualità di Leon viene rivelata allo spettatore con inconsueta naturalezza: alla fine della giornata di lavoro il suo compagno viene a prenderlo per accompagnarlo a casa. In una puntata successiva viene proposta una situazione che pare ricalcata da Il vizietto: la madre dell'uomo viene a trovarlo e lui vorrebbe che il fidanzato uscisse di casa per tutto il tempo della permanenza della donna. Sarà proprio Roseanne a convincerlo a presentarsi alla madre con il proprio compagno, e sarà una scelta vincente. In un'altra puntata ancora il marito di Roseanne e i suoi amici di poker si confrontano con un certo imbarazzo ma senza scandali con l'omosesessualità di Leon. In una puntata del 1995 ("December Bride") i due si sposano ed è proprio Roseanne a organizzare il loro matrimonio. Prima del bacio (fuori campo), Leon chiede al fidanzato Scott: "Mi ami, vero?", e Scott gli risponde: "Ti amo in un modo mistico, eterno, e... illegale in venti stati".


Nella stagione successiva il personaggio dell'amica Nancy fa coming out, dichiarandosi lesbica (nella stagione del '93 si dichiarerà invece bisessuale). Una puntata del 1994 ("Don't ask, don't tell") sollevò un putiferio per una scena in un bar gay durante la quale la nuova fidanzata di Nancy baciava impulsivamente Roseanne. Il bacio uscì vittorioso dalla lotta tra ABC, Roseanne Barr e GLAAD (Gay and Lesbian Assocition Against Diffamation).

La riproduzione di questo testo è vietata senza la previa approvazione dell'autore.

Le recensioni più lette di questi giorni

  1. 1

    Isabella (fumetto, 1966)

    di

  2. 4

    Relax (videoclip, 1983)

    di

  3. 5

    Sukia (fumetto, 1978)

    di

  4. 6

  5. 7

  6. 8

    Mani di fata (film, 1983)

    di

  7. 9

    Altri libertini (libro, 1980)

    di