Anormali, Gli. Lezioni 1974-1975

13 maggio 2005

Pubblicazione delle registrazioni del corso tenuto dal noto filosofo al Collège de France nell'anno accademico 1974-1975.

Analizza l'individuo "anormale", pervertito o pericoloso cercando di stabilire quanto e se sia il controllo sociale a creare tali individui.

Secondo l'A. solo intorno al XIX secolo si è creato un interesse morboso nei confronti dell'anormalità; interesse che ha sostituito la categoria del "degenerato" con quella dell'anormale sviluppando nuove e interessanti elaborazioni teoriche che hanno effetti anche oggi.

Il filosofo cerca, inoltre, di comprendere la costruzione sociale e culturale di specifiche figure utili ad ingabbiare l'irrazionalità.

Il suo ragionamento è strettamente legato all'analisi di perizie medico legali, di moda a partire dalla fine dell'ottocento, dalle quali emergerebbero tre figure "tipiche" di anormale:

  • il mostro umano (che nella storia ha avuto numerose attribuzioni culturali a partire dall'uomo bestia per arrivare all'ermafrodito),
  • l'individuo da correggere (sottoposto all'addestramento sociale delle scuole e delle caserme) e
  • l'onanista (figura introdotta nel XVIII secolo ma con una preistoria che parte dal concilio di Trento).

Foucault utilizza l'onanista bambino per rappresentare l'incomprensibile controllo sociale (soprattutto di alcuni enti: prima la Chiesa e poi la Giustizia strettamente legata alla psicologia) sulla sessualità all'interno del nucleo del controllo familiare. Lo dimostra l'attenzione della famiglia nei confronti della sessualità del bambino, che va stroncata sul nascere (ad esempio con il controllo sulle coperte e delle macchie sui vestiti).
L'ipotesi dell'autore, anche se discutibile, può essere utile, insieme alle altre numerose intuizioni presentate in questo testo, per aprire nuovi percorsi di pensiero sulla sessualità.

Tra le ipotesi, molto interessante è l'aspra critica fatta alla perizia legale che, secondo l'autore, attraverso la descrizione dell'infanzia di un individuo anormale tende, per colpa degli psicologi, a cercare ridicoli fondamenti di anormalità che non sussistono, e che in sede di processo diventano prove a carico dell'imputato che aiutano il giudice nel sentirsi la coscienza a posto per colpire.

La cosa è di fatto grave se si pensa che nella storia i giudici hanno avuto sovente diritto di vita o di morte sugli individui.

L'autore fa numerosi accenni all'omosessualità ingabbiata tra le categorie dell'anormalità.

A p. 16 una perizia medico-legale a un omosessuale, definito dai medici "intellettualmente poco brillante" e "immorale, cinico e parolaio" è utilizzata da Foucault per dimostrare che se le perizie sono discorsi di verità (per esserlo devono unire tre proprietà: possono determinare una decisione giudiziaria, prendono potere dall'istituzione giudiziaria, e fanno ridere): "uccidono e [...] fanno ridere e che sono al cuore stesso della nostra istituzione giudiziaria".

Ancora a p. 151 nel tentativo di spiegare come la psichiatria ha incominciato ad interessarsi della sessualità è presentato il caso di un "pederasta" francese. Da cui lo spazio per un lungo, e interessantissimo, discorso sulla confessione e sul passaggio dalla confessione forzata cattolica a quella della seduta psicanalitica.

Cenni all'omosessualità anche in altre parti di questo testo, come a p. 166, sempre nella ricostruzione della storia della confessione.

La riproduzione di questo testo è vietata senza la previa approvazione dell'autore.

Potrebbe interessarti anche…

nomeprofessioneautoreanni
Michel FoucaultfilosofoMauro Giori1926 - 1984
autoretitologenereanno
AA.VV.Homosexuality in Modern Francemiscellanea1996
Manfred Baumgardt100 Jahre Schwulenbewegungmiscellanea1997
Lorenzo BerniniApocalissi queersaggio2013
Massimo ConsoliKiller aidsbiografia1993
James DavidsonGreeks and Greek love, Thesaggio2008
Carolyn DinshawGetting medieval:saggio1999
Thomas DupuyLes années Gai Piedsaggio2014
Didier EribonMichel Foucaultbiografia1991
Michel FoucaultCura di sé, Lasaggio1985
Michel FoucaultDits et écritssaggio1994
Tutti i risultati (20 libri) »

Le recensioni più lette di questi giorni

  1. 3

    Relax (videoclip , 1983)

    di

  2. 4

  3. 9

    Sukia (fumetto , 1978)

    di