L'amore fatale

27 maggio 2005, "Pride", n. 71, maggio 2005

Esce sugli schermi l'inglese L'amore fatale, tratto dal fortunato romanzo di Ian McEwan Enduring Love. Il film segue con una certa fedeltà le vicende del libro: la passione ossessiva che Jed (Rhys Ifans) sente per Joe (Daniel Craig), col quale ha tentato di soccorrere un uomo precipitato con una mongolfiera su un prato.

Da quel giorno la vita di Joe, a cominciare dal rapporto con la sua donna, dovrà fare i conti con l'onnipresente, asfissiante Jed; quest'ultimo lo ama con un sentimento assoluto e totale e, per di più, è anche convinto che l'altro lo ami follemente. Interessante nel mostrare un'esperienza estrema, di per sé insita comunque nell'amore, il film di Roger Michell risulta però poco efficace: le dinamiche della storia non sono sempre chiare, il racconto va avanti a strappi e soprattutto viene a mancare quell'atmosfera maniacale che turba il lettore del romanzo.

L'amore di Jed, poi, viene confuso tout court con quello della rara sindrome di cui soffre, cosicché il bacio fra i due uomini assume un valore grottesco.

La riproduzione di questo testo è vietata senza la previa approvazione dell'autore.

Le recensioni più lette di questi giorni

  1. 3

  2. 4

    Relax (videoclip , 1983)

    di