Naufragio sul pianeta Darkover [1972]. L'inizio della saga di Darkover.

7 settembre 2005

Romanzo di fantascienza.

Questo è il prequel del ciclo di Darkover di Marion Zimmler Bradley, che comprende quasi quaranta opere (se si contano anche i racconti brevi) scritte nel corso di altrettanti anni.

Femminista, anticlericale, Bradley fu anche una (precocissima) militante lesbica, collaborò con le "Daughters of Bilitis" (il primo movimento lesbico negli Usa), e fra le altre cose (pochissimi lo sanno!) scrisse nel 1960 assieme a Barbara Grier una bibliografia sul lesbismo in letteratura.
Ma al tempo stesso visse un intenso e sincero desiderio di avere figli, ed accettò la trafila che la società dell'epoca imponeva allora a una donna che ne voleva: matrimonio e tutto il resto. Si sposò (e divorziò) due volte, una delle quali con un gay, ed ebbe tre figli biologici e diversi altri adottivi.

Questa sua condizione umana si rispecchia nei suoi romanzi, che vedono spesso donne combattute e lacerate fra due desideri inconciliabiali, come libertà e realizzazione personale da un lato e amore per i figli, con le rinunce alla libertà che esso comporta, dall'altra.

Il suo ciclo più famoso è questo del pianeta Darkover, che su premesse fantascientifiche "tradizionali" innesta uno sviluppo fantasy del tutto originale.

I terrestri naufragati su un pianeta al di fuori di tutte le rotte, infatti, scoprono che in alcuni di loro certe pietre (le pietre "matrici") focalizzano un "laran" (dono) conferendo super-poteri parapsichichi (come per esempio la telepatia).

Coloro che scoprono di avere il laran si costituiscono allora in aristocrazia dominante e danno vita a una società semifeudale, a bassa tecnologia. Che l'autrice esamina nel periodo in cui, mille anni dopo il naufragio, il pianeta viene scoperto dalle astronavi umane, e si ha lo scontro fra due culture e due civiltà diversissime.

Questa la cornice. Nella quale le Bradley inserisce spessissimo e volentieri storie e realtà omosessuali.

In questo stesso volume il tema appare alle pp.:

  • 111-114: l'equipaggio della nave spaziale naufragata sul pianeta Darkover subisce l'effetto di pollini allucinogeni che scatenano gli impulsi più repressi. Uomini e donne si danno ad orge etero ed omosessuali (ma anche ad omicidi e suicidi);
  • 117: il sacerdote Padre Valentine, tornato parzialmente in sé dopo un'orgia omosessuale, uccide tutti i "complici" dell'atto;
  • 162-163: Valentine, che per l'omicidio ha rinunciato al sacerdozio, si chiede se avendo avuto un'etica sessuale meno repressiva avrebbe evitato gli omicidii:

"Comincio a rendermi conto del fatto che ciò che davvero non riuscivo ad affrontare non era solo la consapevolezza che (sic), nella follia, avevo fatto cose proibite con altri uomini.
Era il fatto di sapere che le avevo fatte volentieri e di buon grado, e che sempre, ogni volta che avrei visto quegli uomini, mi sarei ricordato del tempo in cui i nostri cervelli erano completamente aperti l'uno all'altro
" (p. 163).

Come inizio del ciclo, non è male, eh?

Nota: questo romanzo viene attualmente riedito con titolo lievemente diverso: Naufragio sulla terra di Darkover.

La riproduzione di questo testo è vietata senza la previa approvazione dell'autore.

Potrebbe interessarti anche…

autoretitologenereanno
Osamu TezukaMW 1manga2005
Osamu TezukaMW 2manga2005
Osamu TezukaMW 3manga2005
autoretitologenereanno
Ben BovaGiove chiama Terraromanzo1982
Marion Zimmer BradleyCatena spezzata, Laromanzo1981
Marion Zimmer BradleyErede di Hastur, L'romanzo1980
Marion Zimmer BradleyEsilio di Sharra, L'romanzo1983
Marion Zimmer BradleyPiù belle storie di Marion Zimmer Bradley, Leracconti1993
Marion Zimmer BradleyRovine di Isis, Leromanzo1998
Marion Zimmer BradleySapiente di Darkover, Ilromanzo1991
Marion Zimmer BradleySignore di Storn, Ilromanzo1993
Marion Zimmer BradleyTorre proibita, Laromanzo1990
Carlo CoccioliPietra bianca, Laromanzo1959
Tutti i risultati (19 libri) »
titoloartistaanno
SognandoAlberto Campanari, Farhad Rahbarzadeh, Carmine Napolitano2003

Le recensioni più lette di questi giorni

  1. 1

    Isabella (fumetto, 1966)

    di

  2. 3

    Sukia (fumetto, 1978)

    di

  3. 5

    Relax (videoclip, 1983)

    di

  4. 6

    Altri libertini (libro, 1980)

    di

  5. 7

  6. 8

  7. 10

    UnHung Hero (film, 2013)

    di