It won't change the world, but I'm so glad I kissed a girl

13 ottobre 2013

Quando Katy Perry cantò di aver baciato una ragazza nel 2008, lo fece nell'ordine: [1] perché la canzone le era stata scritta da altrui mani; [2] per consentire alle ragazzine di scrivere su Twitter che era una canzone rivoluzionaria e trasgressiva; [3] per solleticare la fantasia di ragazzi eterosessuali; [4] per affrancarsi da un passato da cantantucola di Christian pop; [5] perché l'omosessualità d'accatto va di moda, ed è un utile diversivo quando le doti vocali e l'originalità mancano.


Quando Jill Sobule cantò di aver baciato una ragazza nel 1995, lo fece perché bisessuale lo è per davvero. Sobule stessa non mancò di far sapere a Perry che la "I Kissed A Girl" originale era molto meglio, con toni che più cantautrici di razza dovrebbero usare nei confronti di scialbe coriste come Perry.

"Sweetheart" è l'ideale continuazione di "I Kissed A Girl": tratta dal bellissimo (e autoprodotto) California Years, è un'ode sognante alla cameriera di un diner. «Quel tizio è maleducato/ Si rivolge a te come fossi sua moglie:/ Io sarei più gentile./ Mi hai riempito la tazza di caffè per la settima volta:/ Non riesco a pensare ad altro che a te». L'innamoramento fulmineo termina con un'immagine dolce: «Se fossi il tuo amore/ E tu fossi la mia ragazza/ Ti sfilerei il grembiule:/ Sei stata una buona cameriera».

La riproduzione di questo testo è vietata senza la previa approvazione dell'autore.

Le recensioni più lette di questi giorni

  1. 4

    Altri libertini (libro, 1980)

    di

  2. 5

  3. 6

    Smalltown boy (videoclip, 1984)

    di

  4. 7

    Sukia (fumetto, 1978)

    di

  5. 8

    Relax (videoclip, 1983)

    di

  6. 10

    Lady Oscar (serie tv, 1979)

    di