Annabel

16 maggio 2014

Annabel, secondo estratto dal bellissimo sesto album dei Goldfrapp, Tales Of Us, che ha visto il duo britannico tornare fortunatamente alle atmosfere bucoliche e folk dei primi lavori, dopo la sbornia dance pop alla Abba di Head First, racconta, nei suoi sette minuti, la storia di un ragazzino tormentato che si aggira per i boschi con il suo più grande sogno: “When you dream / you only dream you’re Annabel”.

Ispirato all’omonimo romanzo di Kathleen Winter in cui si narrava la vicenda, ambientata negli anni Sessanta, di un ermafrodito costretto ad assumere l’identità maschile, la regista Lisa Stunning decide, in un intenso bianco e nero, di mescolare le carte in tavola e di rendere protagonista un adolescente che, tra passeggiate in bicicletta e studi del proprio corpo, nel finale indossa un abito femminile glitterato e una collana di perle, riuscendo a raggiungere la tanto combattuta felicità, che si materializza nella comparsa del sole e dei caldi colori della natura. Con estremo tatto e con note malinconiche e meditative, i Goldfrapp mettono in scena una tematica inedita per un brano che fa da traino ad un intero album e toccano le giuste corde con eleganza e classe. La liberazione dei limiti imposti dal sesso biologico e dall’ottusità degli altri (“Nothing that they did will stop you Annabel”, “Why they couldn’t let you be both Annabel”) assume i contorni di una storia lieve ed immediata, in cui l’enigmatica leader si ritaglia una piccola parte per lasciare spazio solo a delle immagini intense sulla transgenderismo, raffigurato senza alcun tipo di provocazione, ma con tutta la naturalezza possibile.
La riproduzione di questo testo è vietata senza la previa approvazione dell'autore.

Potrebbe interessarti anche…

autoretitologenereanno
Akiko HigashimuraKuragehime - La principessa delle meduse (Voll. 1-5)manga2010
Naoko TakeuchiPretty Guardian Sailor Moonmanga2010
autoretitologenereanno
Amalia Caputo, Carmine Urciuoli, Flavia Menna, Elisabetta Perone, Alessandro Cecchi Paone, Paolo PatanèCerte cose si fannosaggio2010
Laure MuratLa loi du genresaggio2006
Susan Stryker, Gianfranco Rebucini, Aurélien Davennes, Verta Taylor, Nancy Whittier, Konstantinos Eleftheriadis, Elisa Arfini, Daniela Crocetti, Massimo PrearoPolitiche dell'orgogliosaggio2015
Eugenio Zito, Paolo ValerioCorpi sull'uscio, identità possibilisaggio2010
titoloartistaanno
BeautifulChristina Aguilera2002

Le recensioni più lette di questi giorni

  1. 1

    Isabella (fumetto, 1966)

    di

  2. 3

    Sukia (fumetto, 1978)

    di

  3. 5

    Relax (videoclip, 1983)

    di

  4. 6

    Altri libertini (libro, 1980)

    di

  5. 7

  6. 8

  7. 10

    UnHung Hero (film, 2013)

    di