Da uomo a uomo

21 agosto 2007

Quando è un quarantenne che si accinge a leggere questo primo lavoro di Stefano Salvadori, 22enne veneto con già alle spalle un bel po' di esperienza nel campo del lavoro (vincitore come chef di concorsi gastronomici, ragazzo immagine), la mente non può che ritornare a quel periodo in cui, con una buona dose di titubanza, facevo il mio primo ingresso/incontro con la realtà gay della mia città. Certamente a 20 anni di distanza sono cambiate molte cose e, per lo meno al nord, accade sempre più frequentemente (per fortuna) che un adolescente possa fare il suo coming out in famiglia senza "pianti e stridori di denti". Quello che ci offre Stefano è un panorama sugli approcci odierni alle realtà gay con buona dose di esperienza da parte dell'autore stesso: dalla discoteca, alla sauna, ai battuage, alla chat, alle feste private, arrivando a connotare un'ampia gamma di possibili incontri con persone che si presentano con situazioni relazionali e fantasie sessuali diverse (etero con qualche prurito, gay repressi o "sfigati in regime di isolamento", gay sposati e non, trans, travestiti, sadomaso, ecc.). Prima di confermare questo breve saggio (il cui costo ritengo essere troppo elevato per i modesti contenuti) a vademecum per chi vuole iniziarsi al mondo gay, è necessario però considerare due aspetti che nel caso del tema in oggetto risultano essere piuttosto importanti: l'oggettiva fisicità dell'autore corroborata dall'altrettanto sua giovane età. Vero che un capitolo è dedicato a chi ha superato gli "...anta" con tanto d'intervista ad un amico di Stefano, altrettanto vero che gli sconti nell'ambiente gay sono raramente applicati.

La riproduzione di questo testo è vietata senza la previa approvazione dell'autore.

Le recensioni più lette di questi giorni

  1. 1

  2. 5

    Relax (videoclip , 1983)

    di

  3. 8

  4. 9

    Spatriati (libro , 2021)

    di