Proust in love

5 novembre 2007, AUT, n. 95, novembre 2007

Con un accurato sondaggio dell'immenso ciclo di Alla ricerca del tempo perduto, dei carteggi, degli scritti minori e dell'aneddotica dei contemporanei, Carter porta alla luce le tracce della precoce omosessualità di Proust.

Frammenti di un desiderio che il Maestro francese in parte soffocava e dissimulava, senza però stancarsi di disseminarne gli indizi trasfigurando il tutto col suo inimitabile stile.

Analizzate concordanze e fonti d'ispirazione, il critico dimostra la genialità di Proust nel cogliere gli aspetti tragicomici della difficile condizione di un adolescente in crisi d'identità.

Pur lamentando quanta fatica gli costi inventare e come spesso gli venga meno l'immaginazione, lo scrittore finirà per comprendere come l'unica regola valida in materia di etica sessuale debba consistere nell'essere fedeli alla propria natura, senza tradirla, e quanto sia vera la "legge generale dell'oblio": dimenticare chi è morto o ci ha lasciato, non per insensibilità, ma perché la vita ci impone di guarire dalle nostre ferite e guardare avanti.

Con abbondanza di prove documentali, Carter analizza come in Albertine, protagonista chiave della Recherche, siano confluiti i tratti di almeno tre amori virili di Proust, tra cui l'affascinante e spericolato Alfred Agostinelli, che doveva perire in un incidente aereo (mentre Albertine morirà disarcionata da un cavallo).

Già Cocteau aveva fiutato come nelle fanciulle in fiore di Balbec si celassero i tratti dei giovani maschi che avevano fatto palpitare l'autore nella sua Cabourg durante i lunghi periodi che là trascorse d'estate.

Ma nelle pagine di Proust si percepisce anche - conflittualmente - l'urgenza che ha il narratore di astrarre dal suo genere e orientamento sessuale al fine di parlare per tutti i personaggi: uomini e donne che, pur essendo delle "monadi", si rivelano ognuno come un "riflesso dell'Universo". Tra essi rimarrà per sempre impresso nella memoria dei lettori l'ineffabile barone Charlus, meritevole di ricoprire - parola di Proust! - una "cattedra di omosessualità alla Sorbona".

La riproduzione di questo testo è vietata senza la previa approvazione dell'autore.

Potrebbe interessarti anche…

autoretitologenereanno
AA.VV.Littérature et homosexualitésaggio2003
AA.VV.Secolo gay, Ilmiscellanea2006
Celeste AlbaretMonsieur Proustbiografia2004
Georges BatailleLetteratura e il male, Lasaggio2006
Philippe BessonAmico di Marcel Proust, Unromanzo2005
J. Z. EglintonGreek lovesaggio1971
Franca FranchiMetamorfosi di Zambinella, Lesaggio1991
Mauro GioriScandalo e banalitàsaggio2012
Christian GuryHonneur musical d'un capitaine homosexuel en 1880, L'saggio1999
Christian GuryHonneur perdu d'un politicien homosexuel en 1876, L'saggio1999
Tutti i risultati (24 libri) »

Le recensioni più lette di questi giorni

  1. 1

    Relax (videoclip, 1983)

    di

  2. 4

    Sukia (fumetto, 1978)

    di

  3. 5

    Vogue (videoclip, 1990)

    di

  4. 6

    Smalltown boy (videoclip, 1984)

    di

  5. 8

  6. 10

    Isabella (fumetto, 1966)

    di