Due uomini e una culla

9 gennaio 2018

Dopo mesi di dibattiti e insulti da parte dei settori più retrivi della politica e non solo sul tema delle famiglie omogenitoriali e della gestazione per conto terzi, arriva in libreria un libro testimonianza del giornalista già doppiatore e speaker Andrea Simone.

L’autore racconta della sua famiglia e della costruzione della medesima, con il suo compagno Gianni e la loro bambina Anna nata negli States grazie al contributo di due donne, la donatrice degli ovuli e la gestante, presentando una delle possibili facce della normalità oggi.

Senz’altro, ci troviamo di fronte ad una testimonianza doverosa, serena e importante su come si sta evolvendo l’idea di famiglia, tenendo conto che all’estero, anche negli Stati Uniti oggi alle prese con la svolta conservatrice di Trump, le cose sono già molto diverse e più accettate che qui, con anche situazioni diverse dal punto di vista lavorativo, che permettono quindi di potere tra l’altro mettere su famiglia prima che da noi.

La storia di Andrea e Gianni è quella di una famiglia di oggi, con voglia di continuità e di dare affetto: certo, entrambi hanno la fortuna, oggi non proprio frequente di avere due buoni posti di lavoro che permettono progetti e uno stile di vita interessante, dentro cui inserire una figlia voluta e cercata.

Un libro interessante per capire il mondo di oggi e le famiglie del presente e del futuro, sia che ci si interessi di diritti omosessuali e omogenitoriali, come coinvolti direttamente o simpatizzanti, sia che si voglia sapere qualcosa di più dal di fuori su una realtà che esiste anche nel nostro Paese.

Due uomini e una culla è una storia serena, realistica, moderna, su come si può costruire una famiglia, in cui si mette finalmente la parola fine sulla questione dello sfruttamento delle cosiddette madri surrogate: Andrea Simone racconta infatti come la ricerca di donatrice e gestante sia stata fatta tenendo conto di tutta una serie di fattori di non sfruttamento e benessere della donna, ricorda che in molti Paesi è obbligatorio che siano due donne diverse e non la stessa e di come la cosa avvenga per libera scelta delle dirette interessate, e a patto che in particolare la gestante sia già madre.

Il libro è completato da una bella prefazione di Lella Costa, che conclude con una frase che dovrebbe essere presa come modello per controbattere a odio e discriminazione: “E se a qualcuno tutto questo dà fastidio, bé, ai miei tempi si diceva che è un problema suo”.

Nei prossimi mesi e anni le famiglie omogenitoriali dovranno continuare a lottare per difendere i loro diritti, di fronte anche all’incognita di che governo verrà fuori dalle prossime elezioni e alla recrudescenza di movimenti di estrema destra e integralisti religiosi: il libro di Andrea Simone può essere un’ottima arma nella costruzione di una società migliore e di un’accettazione nel mondo e tra le persone.

La riproduzione di questo testo è vietata senza la previa approvazione dell'autore.

Potrebbe interessarti anche…

autoretitologenereanno
Cinzia BarberoPiù ricche di un refiaba2011
Howard CruseFiglio di un preservativo bucato (Nuova edizione 2012)drammatico2012
Francesca PardiPiccola storia di una famigliafiaba2011
Francescsa Pardi, Desideria GuicciardiniQual è il segreto di papà?fiaba2011
Justin Richardson, Peter Parnell, Henry ColeE con Tango siamo in trefiaba2010
Francesco Tullio-Altan, Francesca PardiPiccolo uovofiaba2011
autoretitologenereanno
AA.VV.Secolo gay, Ilmiscellanea2006
Giuliana Beppato, Maria Tina ScaranoLibro di Tommi, Ilsaggio2010
Fabio BernabeiChiesa e omosessualitàsaggio2008
Chiara BertoneOmosessualità, Lesaggio2009
Margherita Bottino, Daniela DannaGaia famiglia, Lasaggio2005
Augusten BurroughsCunnilingusvilleracconti2007
Augusten BurroughsPensiero magico: storie vereracconti2008
Anne CadoretGenitori come gli altrisaggio2008
Chiara Cavina, Daniela DannaCrescere in famiglie omogenitorialisaggio2009
Maura ChiulliOutsaggio2012
Tutti i risultati (27 libri) »

Le recensioni più lette di questi giorni

  1. 4

    Relax (videoclip, 1983)

    di

  2. 5

    Sukia (fumetto, 1978)

    di

  3. 7

    Normal (film, 2019)

    di

  4. 8

    Isabella (fumetto, 1966)

    di

  5. 9

    Lady Oscar (serie tv, 1979)

    di

  6. 10

    Altri libertini (libro, 1980)

    di