You are my destiny

22 novembre 2007, Clubbing, n. 7, luglio 2007

Tarantino è un commissario trentenne, un metro e novantacinque per cento chili di peso: "cento chili di frocio".

La sua professione l'ha portato a mimetizzarsi in un "toro incazzato nero", nel maschione italico per antonomasia, anche se di notte seguita ad ammazzarsi di seghe pensando di farsi i ragazzi carini che gli girano intorno. Viene arruolato dall'inquietante generale Delli Santi in una sorta di servizio segreto parallelo e spinto ad indagare sull'assassinio di un escort slavo riciclatosi come modello.

Innamoratosi di Jean (che era stato ritrovato sconvolto sulla scena del delitto), scoprirà che i moventi sono più torbidi di quelli che appaiono a prima vista e dovrà opporsi ad omertà e complicità insospettabili.

Il titolo cita un hit di Paul Anka.

La riproduzione di questo testo è vietata senza la previa approvazione dell'autore.

Altre recensioni per You are my destiny

titoloautorevotodata
L'amore con la guardia del corpoGiulio Maria Corbelli
23/10/2006

Potrebbe interessarti anche…

autoretitologenereanno
Francesca Bonifacio, Lucia Piera De PaolaSynapsysshōnen'ai2013
autoretitologenereanno
Lucia Piera De PaolaSynapsysromanzo2007
Lucia Piera De PaolaTibesti gameromanzo2008

Le recensioni più lette di questi giorni

  1. 4

    Isabella (fumetto, 1966)

    di

  2. 7

    Sukia (fumetto, 1978)

    di

  3. 8

    Lady Oscar (serie tv, 1979)

    di

  4. 10