Alienati [2005]. Ed alieni

2 giugno 2010

In questo divertente romanzo di fantascienza umoristica, che mette in scena un delirante congresso fra decine di razze aliene (umani inclusi) per discutere di cosa costituisca la sanità mentale e cosa la follia, Mongai riesce ad infilare alle pp. 210-220 il tema dell'omosessualità.


Argomento scabroso per molti, afferma Mongai, e per certe razze del tutto sconosciuto. Presso di loro, dicevano, l'omosessualità non esisteva. "Dicevano", commenta sarcastico lo scafato protagonista umano.


Purtroppo l'allusione si limita a questo. Ed è un peccato, perché l'intero romanzo è una divertita esplorazione dei limiti dei concetti di "normalità", dato che nel confronto tra razze diverse non c'è aspetto "normale" per una che non costituisca "anormalità" per altre....

La riproduzione di questo testo è vietata senza la previa approvazione dell'autore.

Potrebbe interessarti anche…

autoretitologenereanno
Massimo MongaiMemorie di un cuoco d'astronaveromanzo1997
Massimo MongaiMemorie di un cuoco di un bordello spazialeromanzo2011
Massimo Mongai, Alberto PanicucciGuida galattica dei gourmetromanzo2008

Le recensioni più lette di questi giorni

  1. 3

    Relax (videoclip, 1983)

    di

  2. 4

    What/If (serie tv, 2019)

    di

  3. 5

  4. 6

    Girlfriend (videoclip, 2013)

    di

  5. 7

    Sukia (fumetto, 1978)

    di

  6. 10