Ali della mente [1979]. Uno dei più bei romanzi di fantascienza con sottotesto omosessuale.

17 dicembre 2010

Questo romanzo di fantascienza del 1979 è uno degli scritti più belli sull'omosessualità nell'àmbito di questo genere letterario.

Eppure è anche uno dei meno noti, perché l'autore (gay dichiarato) ha scelto una metafora per affrontare l'argomento.

In altre parole, vi si parla di omosessualità, ma non ci trovate maschietti che copulano, anzi gli omosessuali sono interpretati da personaggi... eterosessuali!

Tutto infatti si basa su una metafora: il volo (il titolo originale, On wings of song, significa: "Su ali di canzone") che rappresenta il coming out, la liberazione. Infatti il volo è possibile solo liberando il corpo da tutti i "pesi" che lo gravano.

Insomma, in una società futura oppressiva, anzi dittatoriale, esiste un solo modo di evadere dal presente infelice: imparare a "volare" con la mente.

Coloro che ci riescono vengono detti fairies, parola che vuol dire "fate", ma in inglese è anche un insulto per "checche", "froci".

I protagonisti della narrazione si muoveranno dall'America profonda verso una città, come fece Disch stesso (prima di emigrare in Inghilterra), per trovare altri come loro.

La riproduzione di questo testo è vietata senza la previa approvazione dell'autore.

Potrebbe interessarti anche…

autoretitologenereanno
Thomas DischCampo Archimederomanzo1972
Thomas DischPrete, Ilromanzo2001
Thomas DischStanza vuota, Laracconti1978

Le recensioni più lette di questi giorni

  1. 1

    Isabella (fumetto, 1966)

    di

  2. 3

    Sukia (fumetto, 1978)

    di

  3. 4

    Relax (videoclip, 1983)

    di

  4. 6

  5. 7

    Altri libertini (libro, 1980)

    di

  6. 8

  7. 10

    UnHung Hero (film, 2013)

    di