Free soul

Dopo Love my life viene pubblicato in Italia un altro manga della bravissima Ebine Yamaji.
Il tratto grafico pulito segue alla perfezione la storia di Keito, così giovane da sembrare quasi adolescente, ma già alle prese con le prove della vita.
Una madre che non accetta la sua omosessualità la costringerà a prendersi presto cura di sè.

Lo strano incontro con una famosa pittrice e grafica molto anziana, Rui, che ha un conto sempre aperto con la propria madre morta a 98 anni, fa da contraltare ai tentativi di Keito di trovare una soluzione diversa al rapporto difficile con la propria.
Rui le propone di andare ad abitare con lei, in una famiglia stravagante dove oltre all'artista è sempre presente il suo giovane assistente, Sumihiko.

Ma in primo piano ci sono le avventure sentimentali, non sempre felici, di una giovane Keito nella giungla delle relazioni amorose. Mentre s'innamora perdutamente di Niki (una copia di Valentina di Crepax), scrive e disegna le avventure di una cantante di colore, Angie.


Angie è un vero e proprio alter-ego emotivo di Keito. Attraverso di lei Keito riflette su alcuni aspetti della propria esperienza che altrimenti rimarrebbero in ombra. La cantante deve scegliere se dare voce consapevole con le canzoni al proprio lesbismo, nonostante il timore di ritorsioni e violenze; Keito intanto vive la sua vita di lesbica né nascosta né dichiarata, come se il limbo delle relazioni emotive diventasse anche il luogo dove la propria identità vive senza nominarsi.

Molto presto il manga sarà finito. L'ho disegnato mentre succedevano tante cose e vivevo un turbinio di sentimenti. Come se fosse un registro della mia anima.

Il manga è diviso in undici brevi capitoli, la narrazione è essenziale, procede a scatti ma non salta niente di ciò che veramente conta.
In un mondo di giovani che vanno in discoteca per trovare compagnia per una sera, ma che sembrano disarmati di fronte ai sentimenti dell'amore, la storia di Keito che si confronta con il sesso senza amore (che è l'unica cosa che è disposta a darle Niki) è motivo di una continua autoriflessione e messa a punto di ciò che veramente si desidera nella vita.

La riproduzione di questo testo è vietata senza la previa approvazione dell'autore.

Potrebbe interessarti anche…

autoretitologenereanno
Ebine YamajiIndigo bluemanga2007
Ebine YamajiLove my lifemanga2005
autoretitologenereanno
John McNeillScommettere su Diosaggio1994
Chiara Saraceno, Alessandro Casiccia, Chiara Bertone, Paola TorrioniDiversi da chi?saggio2003
The Boston Women's Health Book CollectiveNoi e il nostro corposaggio1981

Le recensioni più lette di questi giorni

  1. 1

    Isabella (fumetto, 1966)

    di

  2. 3

    Sukia (fumetto, 1978)

    di

  3. 4

    Relax (videoclip, 1983)

    di

  4. 6

  5. 7

    Altri libertini (libro, 1980)

    di

  6. 9

  7. 10

    UnHung Hero (film, 2013)

    di