Due Vorkosigan, I [1994]. Qualche accenno sparso, ma di scarso rilievo

9 maggio 2012, La Gaya Scienza

L'autrice si diverte a inserire ripetutamente allusioni omosessuali (tutte maschili) nel corso del romanzo, ma sempre in contesti marginali, tali da non avere mai un'influenza diretta sulla narrazione.

Si vedano le pp.:

  • 65: allusione all'innamoramento del personaggio di Bel per Miles Vorkosigan, uno dei due protagonisti;
  • 235: il conte Vortienne ha una guardia del corpo "che dà un significato molto intimo a questo titolo";
  • 262-263: la contessa Vorkosigan, a dimostrazione della sua lucida capacità d'analisi con cui "scortica" chiunque le stia attorno, discute con lucidità e indifferenza delle tendenze omosessuali del marito;
  • 407: allusione alla pratica di creare cloni di se stessi per farne i propri amanti;
  • 410: il secondo protagonista, Mark, viene torturato. Per umiliarlo è riempito di violenti afrodisiaci e dato in pasto a un gruppo di energumeni assatanati;
  • 481: Bel riesce finalmente a togliersi il desiderio di baciare Miles.
La riproduzione di questo testo è vietata senza la previa approvazione dell'autore.

Potrebbe interessarti anche…

autoretitologenereanno
Lois McMaster BujoldSpia dei Dendarii, Laromanzo2008

Le recensioni più lette di questi giorni

  1. 1

    Relax (videoclip, 1983)

    di

  2. 4

  3. 5

    What/If (serie tv, 2019)

    di

  4. 7

  5. 8

    Sukia (fumetto, 1978)

    di

  6. 9

    Altri libertini (libro, 1980)

    di