Covo degli orchi, Il. "Diabolik", anno XLIX, n. 8, agosto 2010.

Nel corso d'una rapina col botto (in senso letterale), Diabolik scoperchia per puro caso il rifugio segreto nel quale un pedofilo violentava le sue piccole vittime, filmando l'accaduto, per poi ucciderle. In questo modo aveva messo un piedi una rete di video pedopornografici che vendeva a facoltosissimi pervertiti.

Parte quindi la caccia a questo individuo, che si fa chiamare "Rosa", ed il cui ritratto (con parrucca bionda, occhi truccati e rossetto) potete ammirare qui accanto.

Qualsiasi somiglianza fra questo ritratto e una celebre drag queen televisiva sarà davvero dovuta al mero caso, o ci sarà dell'intenzione? Io temo che sia vera la seconda ipotesi.
Infatti, approfittando del tema, su cui è matematicamente impossibile che esista qualcuno che prenderebbe le parti di "Rosa", gli autori si sono sentiti liberi d'infilare in questo albo una collezione impressionante di stereotoipi rabbiosamente omofobi, che ovviamente diventa difficile contestare dato che sembra che uno voglia difendere l'operato di "Rosa".

E invece la critica riguarda proprio la scelta di rendere l'assassino un travestito (a che pro? che cosa aggiungeva, narrativamente? forse per rendere ben chiaro che pedofilo sì, però non pedofilo eterosessuale?) e la scelta di dargli il volto d'un noto personaggio televisivo gay dichiarato, cosa che giudico una vigliaccata incredibile.

Nello svolgimento della storia Diabolik si metterà a indagare e riuscirà (ovviamente) a smascherare il colpevole, che è il personaggio più "insospettabile" di tutti, tant'è che nella prima vignetta in cui appare io avevo sospettato subito di lui.

Un brutto scivolone, che avrebbe forse potuto avere qualche labile scusa nel 1960, ma che mezzo secolo dopo merita un giudizio di una sola parola: vergogna!

La riproduzione di questo testo è vietata senza la previa approvazione dell'autore.

Potrebbe interessarti anche…

nomeprofessioneautoreanni
Fritz HaarmanncriminaleVari1879 - 1925
autoretitologenereanno
Giancarlo Berardi, Maurizio ManteroMyrna: a sangue caldonoir2005
Giancarlo Berardi, Maurizio ManteroMyrna: il coraggio di ucciderenoir2010
Giancarlo Berardi, Maurizio ManteroMyrna: io sono mianoir2009
Giancarlo Berardi, Maurizio ManteroMyrna: un affare in famiglianoir2007
Giancarlo Berardi, Gustavo TrigoNella mente del mostronoir1998
Giancarlo Berardi, Laura ZuccheriBentornata, Myrna!noir2001
Valerio Bindi, M.P. CinqueAcqua Stortanoir2010
Giampiero Casertano, Michele MasieroIstinto omicidaorrore2008
Gino D'Antonio, Goran ParlovOcchi del gatto, Glipoliziesco/criminale1995
Tiziano Sclavi, Franco SaudelliOcchio del gatto, L'orrore1996
autoretitologenereanno
Cristiano Armati, Yari SelvetellaRoma criminalesaggio2007
Luigi Romolo CarrinoAcqua Stortaromanzo2008
Luigi Romolo CarrinoPozzoromoloromanzo2009
Vincenzo CeramiFattacciracconti1997
Fabio CroceDelitto in Vaticano - La veritàsaggio1999
Claudio Dell'OrsoNero venezianosaggio2005
Discepoli di veritàBugie di sangue in Vaticanosaggio1999
Discepoli di veritàSegreto pontificiosaggio2007
Edwin FeyEstate a Sodomaromanzo1966
Eugene FranklinQuei maledetti dollariromanzo1974
Tutti i risultati (14 libri) »
titoloanno
Stangata napoletana1983

Le recensioni più lette di questi giorni

  1. 2

    Isabella (fumetto, 1966)

    di

  2. 7

    Sukia (fumetto, 1978)

    di

  3. 8

  4. 10

    Lady Oscar (serie tv, 1979)

    di