Futuro rubato, Il

Si può rinunciare all'amore per il peso della responsabilità, per il freno delle convenzioni, per eccesso di senso di colpa? Rischiando di capire, troppo tardi, che qualcuno - noi stesse - ci ha rubato il futuro, privandoci dell'occasione di tutta una vita? A meno che, quasi fuori tempo massimo, il coraggio non ci sproni a vincere la paura, cogliendo fino in fondo l'opportunità di amare. Quattro racconti, briosi e leggeri, semplici e struggenti, che narrano del bisogno di afferrare la felicità al volo, per non lasciarci sfuggire il futuro che vogliamo.

Quattro racconti di impareggiabile leggerezza sul difficile cammino da intraprendere giorno per giorno per raggiungere la serenità caratterizzano questo piccolo volume delle Edizioni Zoe, intitolato Il futuro rubato, scritto da Roberta Micheletto.

Ci possono rubare il futuro? Sembrerebbe proprio di sì se chi amiamo e ci ama non riesce a liberarsi dalla pastoia delle convenzioni sociali e familiari e lascia che queste diventino camicie di forza che bloccano il cuore nella sua corsa verso la felicità. Eppure come in una commedia americana, come in un incantesimo italiano alla fine l'happy end arriva e ci viene quasi voglia di battere le mani.

In "Due", Laura, lesbica senza pentimento che ha sempre rifuggito le etero e le poco convinte incontra Cristina, e come un'adolescente alla sua prima cotta perde la testa.
"Ecco" ci viene da pensare "te la sei andata a cercare!". Cristina si arrabbia quando Laura, dopo alcuni mesi e senza alcun preavviso confessa il suo amore per lei. Pianti e dolore da entrambe le parti, la frattura sembra insanabile, ma Cristina pur essendo un'etero "convertita" dà prova di grande coraggio e affronta amici, parenti e soprattutto la sua grande nemica, la paura che è dentro di lei.
E alla fine l'amore trionfa.

"La commessa" è un piccolo gioiello di erotismo mordi e fuggi. Una commessa, un camerino e un equivoco dietro cui si cela una piacevole sorpresa per la protagonista della storia.

"La posta del cuore" ironizza sui tanti dubbi che ci arrovellano quando la nostra emotività è alle prese con la necessità di definirsi. Risposte ai tanti interrogativi inespressi che non sempre si articolano in percorsi razionali.

"Il futuro rubato", che dà il titolo al volume, è sicuramente la storia più intensa. Narra dell'amore tra Fabiana e Maddalena, un amore durato ottant'anni. Conosciutesi sui banchi di scuola a sette anni, percorreranno insieme gli anni dell'adolescenza e della giovinezza vivendo con naturalezza quello che è un sentimento profondamente condiviso.

Le loro strade si divideranno allorché Maddalena, per evitare i pettegolezzi di paese, deciderà di sposarsi e Fabiana si trasferirà a Roma inseguendo il difficile sentiero di una realizzazione professionale. Tuttavia né il matrimonio né la carriera le divideranno definitivamente.
Il destino le riavvicinerà e le allontanerà più volte durante la loro vita finché Giulia, la figlia adolescente di Maddalena, saprà rimettere al centro della vita della madre la verità occultata da tanto tempo.

Giulia è il personaggio chiave, capace di restituire un futuro alla storia delle due protagoniste e rendere possibile il definitivo ricongiungimento di Maddalena e Fabiana.
Maddalena e Giulia si trasferiranno da Fabiana a Roma, come quest'ultima aveva desiderato e sognato per tutto il tempo della loro lunga e sofferta lontananza, e formeranno quella famiglia felice che Maddalena aveva inutilmente tentato di creare adeguandosi alle convenzioni sociali.
Tra nipoti e pronipoti la storia giungerà al suo naturale epilogo sulle tracce di un amore senza tempo e senza fine.

Non siamo di fronte a un libro dalle atmosfere surreali o contraddistinto da un inutile ripiegamento verso il dolore e la rassegnazione, come avviene in molte narrazioni di amori lesbici. Le protagoniste dei racconti si muovono alle prese con le difficoltà quotidiane, ma non appaiono mai rassegnate a un destino che, accettato passivamente, ruberebbe loro il futuro definitivamente.

Un libro scritto con il cuore che riesce a dare dignità anche agli eventi più semplici lasciando aperto il cammino alla speranza.

La riproduzione di questo testo è vietata senza la previa approvazione dell'autore.

Altre recensioni per Futuro rubato, Il

titoloautorevotodata
Futuro rubatoDaniele Cenci22/07/2005

Potrebbe interessarti anche…

autoretitologenereanno
Copi (pseud. Raul Damonte-Taborda)Fantastico mondo dei gay, Ilcomico1987
Copi (pseud. Raul Damonte-Taborda)Storie puttaneschecomico1977
Maureen ListenQuesto terzo sesso che non è un sessocomico1995
autoretitologenereanno
AA.VV.Bloody Europe!racconti2004
Dario BellezzaProclama sul fascinopoesia1996
Christopher BramDemoni e dèiromanzo1999
Luis CernudaPoesie per un corpopoesia2003
Giovanni ComissoVita nel tempoepistolario1989
Federica Cravero, Luca IaccarinoPatrizia B.biografia2006
Maria Giuseppina Di RienzoFavole per adultereracconti1994
Andrew Sean GreerLessromanzo2017
Hervé GuibertIo e il mio vallettoromanzo1993
Alan HollinghurstBiblioteca della piscina, Laromanzo1989
Tutti i risultati (17 libri) »
titoloautoredata
Lesbiche anzianePiera Zani31/12/2011
titoloanno
Cucumber2015

Le recensioni più lette di questi giorni

  1. 2

    Clara Sheller (serie tv , 2005)

    di

  2. 3

    Day (libro , 2024)

    di

  3. 4

  4. 5

  5. 8

    In memoriam (libro , 2023)

    di

  6. 9

    Amico mio (libro , 2023)

    di

  7. 10