Rainbow high

27 luglio 2005, "Aut", n. 72, agosto-settembre 2005

La trilogia di Sanchez sull'omosessualità dei teenager nelle High School e nei campus Usa (a breve uscirà in America Rainbow road, che verrà tradotto sempre da Playground nell'estate 2006) si segnala come un punto fermo della narrativa popolare a tematica gay, per immediatezza di linguaggio e vivacità nell'affrontare problematiche difficili, come la complessa realtà dell'hiv, il dichiararsi a scuola, in famiglia, cogli amici.


All'inizio di Rainbow high, secondo volume della serie, i protagonisti maschili (Nelson, Kyle e Jason) sintetizzano in tre lettere/monologhi le peripezie, le croci e delizie, le lotte e gli entusiasmi che li hanno legati in Rainbow boys.

Piccoli gay crescono!, e così ora i loro passi si fanno meno incerti, più determinati, carichi di inedito coraggio: e tutt'insieme procedono nei riti di passaggio dal liceo all'università, dalla trepida scoperta del sesso ad una più matura e integrale condivisione di vita, dai protettivi e castranti nidi familiari ad un'autentica emancipazione dal mondo degli adulti.

E crescono le sfide!


Jason (l'atleta carismatico e sciupafemmine, la stella del basket del liceo "Walt Whitman", l'idolo dei "normali") sente che è giunta l'ora di un coming out con la squadra, di rompere col silenzio e l'omofobia (con ciò si giocherà la sua borsa di studio!) e di proporsi a volto scoperto come modello di riferimento per tanti altri giovani costretti a mimetizzare i propri desideri e a nascondersi nel cono d'ombra del conformismo eterosessuale: troverà anche la forza di rilasciare un'intervista ad una tv locale e, pur rimanendo inizialmente reticente sul fidanzamento, con grande scorno di Kyle che da lui si sarebbe aspettato una visibilità piena, dopo la vittoria del campionato arriverà a baciarlo in pubblico sul playground.

Nelson, lo sfigato del gruppo, affronta la dura confessione sulla condizione di sieropositività di Jeremy, di cui è "follemente innamorato"; Kyle è combattuto tra le prospettive di migliori sbocchi futuri in una lontana, prestigiosa Università, e l'esigenza di condividere con Jason la scelta del Politecnico pur di non separarsene e rischiare di "esplodere" come "un pesce solitario in un acquario".


Il lettore divora d'un fiato i destini incrociati di questi adolescenti (25 capitoletti splendidamente tradotti da Alessandro Bocchi) fino al liberatorio ballo di fine anno, in cui furoreggiano le nuove coppie gay.

La riproduzione di questo testo è vietata senza la previa approvazione dell'autore.

Potrebbe interessarti anche…

titolointerpreteanno
My Brother Is Gay Vandals, the 2002
autoretitologenereanno
Copi (pseud. Raul Damonte-Taborda)Fantastico mondo dei gay, Ilcomico1987
JuanolOCi piacciamo!fiaba2007
Ralf KönigRoy & Alcomico2006
Maureen ListenQuesto terzo sesso che non è un sessocomico1995
Francescsa Pardi, Desideria GuicciardiniQual è il segreto di papà?fiaba2011
Eva VillaAyakurashōnen'ai2000
autoretitologenereanno
AA.VV.Belli & perversiracconti1987
AA.VV.E l'ultima chiuda la portamiscellanea1996
AA.VV.Fuori dalla città invisibilesaggio2003
AA.VV.Politica del corpo, Lasaggio1976
AA.VV., Stefano Rodotà, Mario Pollo, Giacomo Rossi, Domenico Pezzini, Marcello Matté, Paola Dall'OrtoOmosessualitàmiscellanea1993
Raffaella Ammirati, Federica IannettiSenza Pacssaggio2006
Association ContactNostri figli omosesessuali..., Imiscellanea2007
Ursula BarzaghiSenza vergognabiografia1998
Chiara BertoneOmosessualità, Lesaggio2009
Francesca Lia BlockSegreto, Ilracconti1998
Tutti i risultati (57 libri) »
titoloanno
Grey's Anatomy2005
The Fosters2013
titoloartistaanno
Smalltown boyJimmi Somerville, Steve Bronski, Larry Steinbachek1984
So gay?Michael Vaughn, Chris Tanner2007

Le recensioni più lette di questi giorni

  1. 3

  2. 4

    Isabella (fumetto, 1966)

    di

  3. 5

    Sukia (fumetto, 1978)

    di

  4. 8

    Lady Oscar (serie tv, 1979)

    di

  5. 10