Angeli da un'ala soltanto

5 agosto 2005, "Inverses" n. 5, 2005, p. 374

Questo romanzo d'esordio d'un giornalista trentenne, attivo nel movimento glbt, si presenta fin dalle prime battute come un sotterraneo omaggio a Les mauvais anges (Gli angeli malvagi) di Eric Jourdan, mentre la copertina è dedicata a Matthew Shepard, lo studente americano massacrato da due giovani omofobi nel 1998.

La metafora del titolo sta indicare che nessuno dei due giovani che si amano in una sonnolenta Roma contemporanea potrà spiccare il volo privo dell'altro.

Costellato di lettere e e-mail, telefonate e sms, il libro è un diario adolescenziale impregnato dall' incontro/scontro tra i corpi, i desideri e le mentalità dei due innamorati: il narratore più generoso e maturo, l'altro più conformista.

La storia, segnata dal rifiuto da parte delle famiglie e dall'indifferenza degli amici, che incrinano una relazione ancora fragile, è la cronaca di un amore troppo breve, bruciato dalla sua stessa intensità, ma anche dalla mancanza di coraggio di uno dei partner.

La riproduzione di questo testo è vietata senza la previa approvazione dell'autore.

Altre recensioni per Angeli da un'ala soltanto

titoloautorevotodata
L'amore gay ai tempi del liceoGiulio Maria Corbelli
17/03/2005
Angeli da un'ala soltantoFrancesco Gnerre12/03/2005

Potrebbe interessarti anche…

autoretitologenereanno
Sciltian GastaldiTutta colpa di Miguel Boséromanzo2010
Sciltian Gastaldi, Federico D'AgostinoGay. Diritti e pregiudizisaggio2005
titoloautoredata
Angeli da un'ala soltanto di Sciltian Gastaldi
Queer Presences: Homosexuality, Homoeroticism, and Homophobia
Vari06/06/2008

Le recensioni più lette di questi giorni

  1. 1

    Relax (videoclip, 1983)

    di

  2. 4

    Sukia (fumetto, 1978)

    di

  3. 5

    Vogue (videoclip, 1990)

    di

  4. 6

    Smalltown boy (videoclip, 1984)

    di

  5. 8

  6. 10

    Isabella (fumetto, 1966)

    di