Christopher e quelli come lui (1963).

13 aprile 2006

Autoironica e limpida autobiografia degli anni 1929-1939, che con delicato pudore racconta le relazioni d'amore di Isherwood di quegli anni, in particolare con due ragazzi tedeschi di cui avrebbe parlato nei suoi romanzi (ad esempio Addio a Berlino) con i nomi di "Otto" ed "Heinz".

Numerosi gli omosessuali nell'entourage degli amici di Isherwood, tanto che il titolo originale (Christopher and his kind) si riferisce in realtà a "Christopher e la sua razza", cioè a "quelli come lui" (in quale senso, e facile intuirlo).

Fra gli amici e conoscenti omosessuali di cui parla Isherwood appaiono Wystan Auden, Stephen Spender, Klaus Mann, Magnus Hirschfeld, E. M. Forster, Gerald Hamilton ed altri ancora.

Una lettura delicata e affascinante, indispensabile a chi voglia capire il mondo (interiore e non) da cui nascono i romanzi di Isherwood.

Così ne parla l'ottima recensione apparsa su "L'indice", di cui mi permetto di consigliare la lettura:

"Non si deve dimenticare la cosa più ovvia: che Christopher e il suo mondo è un libro gay. Come libro gay, è un capolavoro. L'omosessualità del protagonista non è vezzo o condizione privata, ma costume storicamente significativo, politicamente consapevole.

Isherwood non è per nulla preoccupato di spiegare o di giustificare la sua sessualità, ma lo è unicamente di esprimerla e di viverla apertamente, cioè di trovare degli amanti.

La sua idea di sesso è in perfetto accordo con la sua idea di soggetto: in entrambi casi è un'idea empirica, cosmopolitica. Il sesso non può essere solo una questione personale. Non a caso nel libro si trovano numerosi riferimenti alle condizioni degli omosessuali di vari paesi. Isherwood ricorda pure che in Germania molti di loro finiscono nei campi di concentramento.

Molto stimolante è il suo mettere l'omosessualità in rapporto con la classe sociale: un'intuizione che non trova sviluppo nel libro (dove tutto si interrompe puntualmente, in ossequio all'odio dell'autore per i concetti), ma che meriterebbe di essere discussa non solo in rapporto a tutta l'opera di Isherwood".

La riproduzione di questo testo è vietata senza la previa approvazione dell'autore.

Potrebbe interessarti anche…

nomeprofessioneautoreanni
Adolf Brandgiornalista, editoreVari1874 - 1945
René CrevelscrittoreLavinia Capogna1900 - 1935
Benedict Friedlaendersessuologo, scrittoreVari1866 - 1908
Magnus HirschfeldsessuologoVari1868 - 1935
Christopher IsherwoodscrittoreLavinia Capogna1904 - 1986
autoretitologenereanno
Ralf KönigKonrad & Paulcomico1994
Ralf KönigPalle di torocomico2005
autoretitologenereanno
AA.VV.Gay gaysaggio1976
AA.VV.Gay rootsmiscellanea1991
AA.VV.Gay roots 2miscellanea1993
AA.VV.Outing Goethe & his agesaggio1996
AA.VV.Sodomy in early modern Europemiscellanea2002
AA.VV.Verde e il rosa, Ilmiscellanea1988
AA.VV., Mark BlasiusWe are everywheredocumenti1997
AA.VV., Laura Quercioli Mincer, Grillini Franco, Franco Grillini, Claus Nachtwey, Luigi Nieri, Mariella Gramaglia, Imma Battaglia, Paola Colaiacono, Sonia Sabelli, Gianpaolo Derossi, Luigi Marinelli, Gian Piero Piretto, Andrea Lena CorritoreOmosessualità e Europa. Culture, istituzionui, società a confrontomiscellanea2006
Dennis AltmanOmosessuale, oppressione e liberazionesaggio1974
Georges Apitzsch, Philippe ArtièresLettres d'un inverti allemand au docteur Alexandre Lacassagneepistolario2006
Tutti i risultati (81 libri) »
titoloautoredata
Gli omosessuali tedeschi sotto il nazismo
Gli uomini col triangolo rosa.
Vari14/04/2006
Il Comitato scientifico-umanitario (Wissenschaftlich-humanitäres Komitee, WHK)
Il primo movimento di ilberazione europeo, 1897-1933
Vari30/09/2008
L'Institut für Sexualwissenschaft di Berlino (1919-1933).
Il primo "centro per l'omosessualità" della storia umana.
Vari14/04/2006
Lo scandalo Moltke-Eulenburg (1907)
Quei gay che fecero tremare il trono tedesco.
Vari14/04/2006
Un museo unico
Visita al museo di storia gay di Berlino
Stefano Bolognini05/03/2007

Le recensioni più lette di questi giorni

  1. 1

    Relax (videoclip, 1983)

    di

  2. 4

  3. 5

    What/If (serie tv, 2019)

    di

  4. 7

  5. 8

    Sukia (fumetto, 1978)

    di

  6. 9

    Altri libertini (libro, 1980)

    di