Run from love (1991). Qualche bacio gay per Jimmy Somerville.

Un altro video di Jimmy Somerville, e un'ennesima occasione mancata. Forse perché il regista è, ancora una volta, lo stesso dei video precedenti, Steve MacLean.
Che "qualcosa" fosse cambiato nel mondo dei videoclip (che so, tanto per non far nomi, con Madonna...) il regista l'ha vagamente percepito. Ma la censura era ormai una sua seconda natura, e anche a sforzarsi, ormai non riusciva più ad essere né tradizionale, né audace.

Questo video, creato per una cover di una canzone incisa in origine nel 1985, è stato prodotto al risparmio, piazzando un gruppetto di fotomodelli d'ambi i sessi e qualche gogoboy in un ambiente discotecaro, dove Somerville canta e i ragazzi ballano e flirtano.

Tra i flirt ce n'è uno fra due ragazze, che viene mostrato con sufficiente frequenza da permetterci di notarlo.
C'è anche qualche breve scena di due maschi che ballano insieme (in un caso con lo stesso Somerville), ma senza toccarsi, e un cameo rapidissimo in cui un nragazo carezza il braccio d'un altro.

Per il resto, compaiono scene di coppie eterosessuali che ballano e flirtano. E il testo? "Non puoi sfuggire all'amore", ripetuto mille volte. Ah...

Ebbene, cosa vuol dire tutto questo? Che messaggio ci dà?
Direi nessuno.
Il video si segnala in effetti per il tentativo di stare alla larga da qualsiasi messaggio, politico o d'altro tipo, dopo la sbornia di messaggi politici sperimentata da Somerville negli anni precedenti.
Ora, può forse darsi che Somerville abbia esagerato con il messaggio politico negli anni precedenti, ma esiste una misura in tutto, e passare dal troppo al nulla, non ha molto senso.

Un ennesimo video immeritevole di memoria.

La riproduzione di questo testo è vietata senza la previa approvazione dell'autore.

Le recensioni più lette di questi giorni

  1. 3

  2. 4

    Sukia (fumetto, 1978)

    di

  3. 5

    Relax (videoclip, 1983)

    di

  4. 6

  5. 7

    Girlfriend (videoclip, 2013)

    di

  6. 8

    What/If (serie tv, 2019)

    di

  7. 9

    Greta (film, 2019)

    di