La scomparsa delle lesbiche?

Che cosa sono stati gli anni '90 per le lesbiche in Italia questo libro lo racconta bene.

Sotto l'imperio del "pensiero della differenza", che arruolava, come per certi versi si può persino intravedere persino qui, un piccolo esercito di lesbiche, noi lesbiche siamo scomparse.

In effetti il titolo del libro poteva benissimo essere "la scomparsa delle lesbiche" perché a me le donne di cui parla la giornalista Marina Terragni sembrano sempre molto presenti.

Le lesbiche invece, di nome e di fatto, compaiono due volte:

  • la prima come apposizione (si studiava in grammatica, una spiegazione che si può peraltro togliere senza che il significato della frase ne rimanga alterato): "... Irshad Manji, trentotto anni, musulmana di origine pakistana cresciuta in Canada, giornalista televisiva e lesbica dichiarata...": fate il conto delle caratteristiche di Irshad e vi accorgete subito che potevano pure omettere "lesbica dichiarata" non dice alcunché sull'autrice di Quando abbiamo smesso di pensare?;
  • la seconda direi persino più illuminante: "... lo sguardo omosessuale maschile che ci impiglia e ci impaglia in uno sterile lesbismo psicologico".

Non riesco a capire com'è la storia dello sguardo omosessuale e come ci impaglia (?) nello sterile lesbismo, però qualche idea di come l'autrice si posiziona rispetto al lesbismo mi sembra di averla: l'aggettivo "sterile" è davvero ben scelto.


Del resto come si può pensare che una visione del mondo rigidamente duale (nel senso di divisa in due secondo il sesso biologico maschile e femminile) possa accorgersi della nostra esistenza?

Non so nemmeno che cosa può pensare di noi una donna che scrive:

"Sarebbe un vero peccato, se non si facesse più l'amore. Perché è bello. E anche perché quello del sesso con l'Altro è il posto dove tutti gli innumerevoli dualismi che sono stati inventati per non fare i conti con l'unica dualità vera, quella tra maschi e femmine...".

Sono le epigoni che rilevano il gioco più sottile di un'epoca. La giornalista in cerca di redenzione da una giovinezza in cui faceva una vita da uomo dedica il libro alla sua maestra, Luisa Muraro.
Non stupisce perciò trovare qui il plauso per le teorie espresse da Ratzinger, allora solo Prefetto della Fede (come se la Fede potesse aver bisogno di Prefetture!) nella sua Raccomandazione ai vescovi sulla collaborazione tra uomo e donna, del 2004.


In un mondo in cui la dualità maschile-femminile, che sembra declinarsi solo biologicamente, alla faccia della continua diatriba cultura-natura che permea il nostro mondo, che ci stanno a fare le lesbiche?

Siamo un errore di programmazione, uno sbaglio presto riassorbito dalla nuova alleanza uomo-donna.

Deve essere per questo che abbiamo ricevuto meno citazioni dei gay.

Se i gay sono da correggere, le lesbiche sono da ignorare.

La riproduzione di questo testo è vietata senza la previa approvazione dell'autore.

Potrebbe interessarti anche…

titoloanno
Mani di fata1983
autoretitologenereanno
AA.VV.Boswell thesis, Themiscellanea2006
AA.VV.Forms of desiremiscellanea1990
AA.VV.Franco italica n. 6miscellanea1994
AA.VV.Hidden from historymiscellanea1989
AA.VV.Homosexualite à l'épreuve des représentations, L'miscellanea2002
AA.VV.Queer Iberiamiscellanea1999
AA.VV., Laura Quercioli Mincer, Grillini Franco, Franco Grillini, Claus Nachtwey, Luigi Nieri, Mariella Gramaglia, Imma Battaglia, Paola Colaiacono, Sonia Sabelli, Gianpaolo Derossi, Luigi Marinelli, Gian Piero Piretto, Andrea Lena CorritoreOmosessualità e Europa. Culture, istituzionui, società a confrontomiscellanea2006
Marcella Althaus-Reid, Lisa IsherwoodSexual theologian, Thesaggio2004
Steven AngelidesHistory of bisexuality, Asaggio2001
Bert ArcherTramonto dei gay, Ilsaggio2006
Tutti i risultati (49 libri) »
titoloautoredata
Contro la "queer theory"
Una critica politica.
Giovanni Dall'Orto07/12/2012
Dissimulare, rivelare, parlare.
Riflessioni sulla rappresentazione del desiderio omoerotico nell’arte medievale tra XII e XIV secolo.
Vari08/10/2012
Letteratura, omosessualità, arte del desiderio
A Firenze per riflettere
Saverio Aversa09/09/2012

Le recensioni più lette di questi giorni

  1. 2

    Vogue (videoclip , 1990)

    di

  2. 3

  3. 5

    Elegie, Le (libro , 1980)

    di

  4. 7

    Relax (videoclip , 1983)

    di