Oh boy! Un prezioso antidoto al pensiero unico sulla "famiglia".

Il romanzo ironico e dissacrante edito da Giunti come prezioso antidoto al pensiero unico sulla "famiglia" e sulla qualità delle relazioni.

Cosa può capitare ritrovandosi senza famiglia rispettivamente a 5-8-14 anni?
Può essere una tragedia che porta dritti dritti in un orfanotrofio, o può essere l'occasione per crearsi un'altra famiglia, una di quelle un po' pazze che tanto fanno inorridire i benpensanti, dove ciò che conta è la qualità della relazione e non i ruoli codificati spesso privi di ogni sostanza.

E quando gli stereotipi cominciano a crollare, tra una sorellastra medico, sposata, socialmente arrivata, e un fratellastro gay libertino e pasticcione, entrambi in lizza per l'adozione, è difficile prevedere chi avrà la meglio.

Il libro di Marie-Aude Murail si caratterizza per l'ironia e l'abilità nel rendere le emozioni dei protagonisti, pur così diversi per età; la narrazione serrata e piacevole aiuta ad affrontare, con quella "leggerezza" che deriva dalla riflessione, temi molto impegnativi come la morte e la malattia, in nome di una solidarietà e fratellanza ritrovate.

Un libro per giovani adulti e non solo, a riprova del fatto che le opere intelligenti non hanno età.
La riproduzione di questo testo è vietata senza la previa approvazione dell'autore.

Altre recensioni per Oh boy!

titoloautorevotodata
Oh boy! Si ride, ci si commuove, ci si sorprende. Non basta?Fabio Bazzoli
30/12/2011

Le recensioni più lette di questi giorni

  1. 1

  2. 5

    Relax (videoclip , 1983)

    di

  3. 8

    Spatriati (libro , 2021)

    di

  4. 10

    Dune (libro , 1984)

    di