Gente del Wyoming. Un confronto tra il libro e il film

30 dicembre 2011

Oh, sembra che le cose che nel film non funzionino siano di più di quelle che funzionano. Ma questo film a me è piaciuto 'na cuofana.


Avevo letto il racconto di Annie Proulx da cui è tratto il film. Ma me lo ero poi quasi del tutto dimenticato: persino l'atroce storia che Ennis racconta per ricordare a Jack dove può arrivare l'omofobia nel placido Wyoming.


Ora comunque me lo sono riletto e al contrario di Rodolfo mi sento di applaudire lo sceneggiatore Larry McMurtry, che ha cavato tutto un mondo da alcuni scarni accenni della Proulx.


Ho capito perché non mi aveva commosso, né in fondo entusiasmato.

Avevo preso troppo sul serio il progetto del racconto: mostrare l'amore fra due uomini senza parole, due mandriani sfigati e sentimentalmente deprivati.

Perciò non avevo tenuto conto del fatto che Jack e Ennis non sono nemmeno ventenni.


E nessuna pur realistica brutalità psicologica può togliere a due così giovani uomini la grazia e l'intrinseca tenerezza. Che infatti nel racconto, un po' defilate, ci sono.

Ma io, inchiodato all'asprezza dei loro dialoghi, ho dovuto aspettare di vederli sulle labbra di un davvero splendido Gyllenhall, e di un bravissimo Heath Ledger, per notare il gioco di sguardi (forse troppo sottile per i non addetti ai lavori, ammetto), la loro inespressa dolcezza. E questo è cinema.


Non sono d'accordo su vari "non funziona", particolarmente sulla preparazione delle due scene principali (io però ne aggiungerei una terza: l'abbraccio e i baci della prima volta in cui i due si ritrovano, la cui intensità - evidentemente - li sorprende, li lascia senza fiato, e così anche lo spettatore che pure, come loro, se li aspettava).

Il primo crudo amplesso è girato con appassionata lucidità, animalesco, convincente, vero; cade sulla storia in modo brusco, appunto per tener lontano il polpettone.

Inoltre rispetta l'intenzione profonda del racconto.


Nella storia c'è forse qualche rivolo di troppo, forse. Ognuno ha un suo senso, però, anche se è vero che poteva essere più asciutto.


Non so se davvero l'omosessualità è poco tematizzata, perché il blocco di Ennis, quello che gli ribalta lo stomaco subito dopo aver lasciato andare via Jack la prima volta, quella è tutta omofobia introiettata, e il personaggio sarebbe incomprensibile, senza. (Perché scrivere a Jack di aver lasciato la moglie, e quando questo si precipita da te mandarlo via con una scusa, mentre lo vorresti proprio accanto a te?).


Inoltre il "matrimonio" che Jack ha in mente quando propone "potrebbe essere sempre così" forse è qualcosa di diverso e di nuovo.

Ha ragione il cardinal Ruini: il matrimonio gay cambierà il matrimonio, forse non lo dissolverà, ma lo trasformerà, come l'accesso ai diritti civili delle donne li ha cambiati, cancellando per esempio l'ovvietà di uno squilibrio nella coppia.


Infine, a me sono piaciuti un sacco:

- il brevissimo, fulmineo flashback che chiude la scena dell'ultimo incontro e che c'è anche nel libro, l'assoluto perfetto appagamento nella testa reclinata di Jack mentre Ennis lo abbraccia da dietro;

- la sequenza ancora brevissima e feroce che attraversa Ennis mentre parla al telefono con la moglie di Jack;

- il finale inconciliato, che ti fa uscire con il bisogno di sgravarti subito del desiderio di voler bene, che ci stiamo tutti sconsideratamente conservando dentro, dove non serve a niente.

La riproduzione di questo testo è vietata senza la previa approvazione dell'autore.

Altre recensioni per Gente del Wyoming

titoloautorevotodata
Gente del Wyoming [1997]. Il libro da cui è stato tratto il film "Brokeback mountain'' [2005].Giovanni Dall'Orto
03/09/2004
Gente del WoyomingFrancesco Gnerre
27/09/2005
Cowboys gay, demoni e dèiDaniele Cenci11/12/2005

Potrebbe interessarti anche…

autoretitologenereanno
Copi (pseud. Raul Damonte-Taborda)Fantastico mondo dei gay, Ilcomico1987
Ralf KönigKonrad & Paulcomico1994
Ralf KönigSposo baci la sposa, Locomico2006
Souko MasakiBisexualshōnen'ai2006
Kano MiyamotoNot/Loveshōnen'ai2007
Filippo ScòzzariFango e ossigenofantascienza1988
Akimi YoshidaBanana fish 16manga2004
autoretitologenereanno
AA.VV.Bioeticamiscellanea2005
AA.VV.Stare insiememiscellanea2001
Francesco Maria AgnoliAttacco alla famigliasaggio2007
Graeme Aitken50 modi di dire favolosoromanzo2008
Charles AncillonTraités des eunuquessaggio2007
Tullio AvoledoAnno dei dodici inverni, L'romanzo2009
Yehoshua Bar YosefMio amato, Ilracconti1999
Fabio BernabeiChiesa e omosessualitàsaggio2008
Annamaria Bernardini De PaceDiritti diversisaggio2009
Gian Piero BonaAgli Deipoesia1987
Tutti i risultati (80 libri) »
titoloartistaanno
Così sia2010
FinallyAdam Joseph, Lars Stephan, Stuart Perkins, Arickatoure Aviance2009
Heartbeat SongKelly Clarkson2015
HousewifeJay Brannan2008
I Still Love YouJennifer Hudson2015
Italia, L'Marco Masini2009
Per quella lei ci muoreArdecore2010
Please, don't...2012
Same LoveMacklemore, Ryan Lewis feat, Mary Lambert2012
TormentoMassimo De Marco2003
Tutti i risultati (11 videoclip) »

Le recensioni più lette di questi giorni

  1. 1

  2. 4

    Lenny (film, 1974)

    di

  3. 8

    Relax (videoclip, 1983)

    di

  4. 10

    Accendimi di desiderio (libro, 2004)

    di Vari