Il cortile del diavolo

16 febbraio 2012

L'inizio sembra un quadro di Tuke animato, con una schiera di adolescenti al bagno. Una scelta significativa per un film tutto incentrato sulle forme che l'inibizione sessuale può assumere, e le conseguenze cui porta. I ragazzi, scopriamo presto, sono tutti seminaristi. Ma oltre che seminaristi, sono ragazzi, e come tali sono ossessionati dal sesso e dalla pubertà. Ma lo sono anche i loro tutori, ed è probabilmente questo l'aspetto interessante del racconto (autobiografico) di Schepisi: non si tratta del solito collegio religioso nel quale insegnanti terribili, frigidi e repressi, cercano di sopprimere sul nascere ogni forma di attrazione sessuale negli allievi. Ciascuno si fa invece portavoce di una diversa visione del problema: al frate che compulsa morbosamente le curiosità erotiche dei ragazzini durante la confessione si affianca il prete anziano contrario alla repressione, quello più mondano che di tanto in tanto va a rimorchiare "in borghese" al bar del paese, quello più giovane che lo segue ma non osa concludere, e anche quello la cui repressione è giunta a un punto di non ritorno: spia le donne alla piscina locale e poi sogna (a occhi aperti) di nuotare nudo in mezzo a loro, per sfogarsi infine ispezionando le docce del collegio al solo scopo di umiliare i ragazzini che hanno l'ardire di togliersi il costume mentre si lavano.

È il caso ovviamente del protagonista, Tom, un timido adolescente che prende molto sul serio la sua vocazione, ma senza fanatismo. Tom è da subito oggetto dell'attrazione di un compagno che cerca in tutti i modi di stimolarne gli appetiti, ingaggiando lotte in cui si lascia volentieri sopraffare solo nella speranza di essere costretto dal vincitore a esaudire qualche desiderio proibito. Ma Tom non comprende e non sfrutta l'occasione. Il suo "pretendente" torna perciò all'assalto in una bella sequenza nella quale, cassata l'idea di una nuova lotta, devia la tensione erotica in una discussione sugli effetti della pubertà: il desiderio si sfoga nella descrizione compulsiva sostenuta da un voyeurismo frustrato dei sessi dei compagni intravisti di sfuggita nelle quotidiane pratiche igieniche, e nella gelosia travestita da perplessità nel descrivere i tentativi di alcuni compagni di infilarsi nei letti altrui. Intanto, è tutto un abbassare gli sguardi e un contorcersi di mani che tradiscono il desiderio sublimato nella discussione. Alla fine, constatata l'inutilità di tutti questi tentativi indiretti, il ragazzo dovrà rassegnarsi a chiedere esplicitamente a Tom di masturbarlo, salvo scoprire di non essere ancora bene informato dei dettagli dell'operazione.

Tom è anche assillato da un altro compagno, che si lascia circuire da un gruppo settario di fanatici apparentemente innocui, ma in realtà dediti a sevizie sadomasochiste e omoerotiche che sfoceranno nel morto.

Nel complesso un film intelligente e sensibile, discreto ma fermo nel condannare la repressione sessuale imposta dalla religione, che concede un finale liberatorio, sia pure con qualche ambiguità.

La riproduzione di questo testo è vietata senza la previa approvazione dell'autore.

Potrebbe interessarti anche…

autoretitologenereanno
Shinobu Gotoh, Kazumi OhyaJune prideshōnen'ai2005
Keiko KonnoChe carino!shōnen'ai2004
Keiko KonnoChe carino! 2shōnen'ai2004
autoretitologenereanno
AA.VV.Hidden from historymiscellanea1989
Joe Ackerley, Martin Sherman, Robert Gellert, Eric BentleyGay playsteatro1992
Barbara AlbertiPrincipe volante, Ilracconti2004
Arnaldo De Lisle (pseud. Giuseppe Garibaldi Rocco)Uomo-femmina, L'romanzo1899
Pier Luigi Ferro, Gian Piero LuciniMesse nere sulla Rivierasaggio2010
Hans FerversGodere l'amoresaggio1973
Edward Morgan ForsterMauriceromanzo1999
Paul GoldingIndicibile variante dell'amore, L'romanzo2003
Gruppo AltèraViola shockingracconti1995
Alan HollinghurstBiblioteca della piscina, Laromanzo1989
Tutti i risultati (27 libri) »

Le recensioni più lette di questi giorni

  1. 1

  2. 4

    Relax (videoclip , 1983)

    di

  3. 5

  4. 8

    Dune (libro , 1984)

    di

  5. 10

    Spatriati (libro , 2021)

    di