Io, robot, "Nathan Never" n. 28, settembre 1993.

Nel chiuso e omofobico universo della Bonelli questo albo di fantascienza era stato segnalato quale metafora della tematica omosessuale, attraverso il racconto della vicenda di androidi senzienti che lottano per vedere riconosciuti i loro diritti e la parità con il resto dell'umanità.

Questi erano però giochi che si poteva avere la pazienza di fare nel 1993, quando oltrettutto ogni minimo cenno, in quanto rarissimo, era prezioso, ma nel XXI secolo non credo che nessuno avrà la pazienza di mettersi a leggere in filigrana la storia per trovarvi una vicenda omosessuale.
Resta comunque il valore storico e documentario di questo episodio, per il quale lo segnalo qui.

La riproduzione di questo testo è vietata senza la previa approvazione dell'autore.

Potrebbe interessarti anche…

autoretitologenereanno
Antonio Serra, Gianmauro Cozzi, AA.VV.Greystormavventura2010

Le recensioni più lette di questi giorni

  1. 2

    Relax (videoclip, 1983)

    di

  2. 4

    What/If (serie tv, 2019)

    di

  3. 5

    Sukia (fumetto, 1978)

    di

  4. 6

  5. 7

    Girlfriend (videoclip, 2013)

    di

  6. 9

    Altri libertini (libro, 1980)

    di