Myra Breckinridge

6 luglio 2004

Romanzo pubblicato per la prima volta da Bompiani nel 1969 che racconta la storia di Myra che si presenta alla scuola di recitazione dello zio del marito morto per ottenere l'eredità che le spetta. Da qui incomincia un lungo viaggio raccontato in prima persona dall'androgino personaggio nella Hollywood degli anni sessanta tra «finocchi», lesbiche, alcool e psicanalisi. Il personaggio principale che si rivelerà essere un transessuale tesse una trama curiosa e avvincente arrivando a sviscerare in tutte le sue sfaccettature e svuotare il mito di Hollywood.
La riproduzione di questo testo è vietata senza la previa approvazione dell'autore.

Altre recensioni per Myra Breckinridge

titoloautorevotodata
Myra BreckinridgeMauro Giori
07/06/2005
Myra il tuo pop, o bella signora!Daniele Cenci
03/03/2008

Potrebbe interessarti anche…

autoretitologenereanno
AA.VV.Gay rootsmiscellanea1991
Dennis AltmanOmosessuale, oppressione e liberazionesaggio1974
Francesco Gnerre, Gian Pietro LeonardiNoi e gli altrimiscellanea2007
Christopher IsherwoodOttobrebiografia1994
Georges-Michel SarotteComme un frère, comme un amantsaggio1976
Gore VidalGiudizio di Paride, Ilromanzo2006
Gore VidalNavigando a vistabiografia2006
Gore VidalPalinsestobiografia2000
Gore VidalStatua di sale, Laromanzo1998