Lukas n° 10 – "Alias"

È piuttosto sconfortante verificare mese dopo mese quanto fossero prive di fondamento le previsioni ottimistiche che auspicavano un rinnovamento anche dei contenuti editoriali dopo la scomparsa del suo patron nel 2011 e l'arrivo del figlio Davide al vertice della Sergio Bonelli Editore. Le novità non sono comunque mancate in quella che, nonostante l'inarrestabile erosione di lettori, continua ad essere la più importante casa editrice italiana di fumetti d'avventura - con migliaia di pagine originali prodotte ogni mese - ma sono avvenute solo nell'ambito della promozione e del merchandising. Le storie hanno mantenuto in gran parte il tono conformista e vagamente puritano che ha sempre caratterizzato l'editore di Tex e Dylan Dog nella rappresentazione del sesso e dell'omosessualità.

Ne parlammo con due redattori omosessuali della casa editrice nel lontano 2001 in questa intervista. A distanza di quasi 15 anni ho incontrato tre importanti autori di via Buonarroti e li ho interrogati su quali siano i criteri coi quali la SBE sceglie di affrontare l'omosessualità dei suoi personaggi: Gianfranco Manfredi, Antonio Serra e Luca Enoch.

Se escludiamo i rari comprimari gay e lesbiche edificanti delineati da Giancarlo Berardi nel suo Julia, infatti, ci troviamo di fronte a storie piene di cliché sui froci irritanti e talvolta offensivi, oltre che alla manifesta impossibilità degli autori di mostrare il corpo nudo maschile se non in situazioni dove il maschio svestito è soggiogato (anche se i nudi integrali sono vietati per tutti), a differenza della totale proliferazione di donnine più o meno ammiccanti. Succede così anche nel n° 10 della nuova miniserie bonelliana urban-fantasy Lukas (“Alias”, di Michele Medda e Luca Casalanguida, 98 pp. in b/n, 3,30 euro), uscito a gennaio in edicola ma sempre recuperabile in fumetteria e dal sito dell'editore.

Lukas è un Ridestato, un non-morto smemorato che rinnega la sua genìa affamata di carne umana e combatte praticamente da solo i mostri mandatigli contro dalla spietata leader dei Ridestati, Wilda. Lukas ha anche una compagna copywriter in un'agenzia pubblicitaria, Bianca, con due figli adolescenti. Ecco: tra i colleghi di Bianca si distingue Omar, uno dei personaggi gay più petulanti e stereotipati mai visti negli ultimi anni sulle pagine di un fumetto, a maggior ragione in quanto chiaramente introdotto per sdrammatizzare il tono dark della serie. Peccato che l'umorismo gaio di Medda sia così loffio e sgonfio da non poter trovare alloggio neppure in uno dei tascabili porno che impazzavano nel nostro paese negli anni Settanta. Come se non bastasse, il nemico del mese è un serial killer gay represso che uccide marchettari gay, non prima di averli torturati appendendoli nudi e legati. In questo numero compare inoltre un nuovo scherano di Wilda, Jamie, incaricato di uccidere Lukas. Come si guadagna da vivere Jamie? In guisa femminile, in un locale per travestiti!

Se mettiamo pure nel mucchio la totale verosimiglianza dei locali gay disegnati da Casalanguida (sembra che i riferimenti visivi siano fermi agli anni Settanta e ai film americani tipo Cruising) e il fatto che i termini “gay” e “omosessuale”non vengano mai pronunciati, ci accorgiamo di quanto sia evidente il problema omofobia tra le pagine di questi fumetti.

La riproduzione di questo testo è vietata senza la previa approvazione dell'autore.

Potrebbe interessarti anche…

titolointerpreteanno
Customer's Always Right, the Braswell, Charles1961
autoretitologenereanno
Giampiero Casertano, Michele MasieroIstinto omicidaorrore2008
Enzo Di LauroSol 4015fantascienza2011
Régis Loisel, Jean-Louis Tripp, Francois LapierreEmporio: "Marie"; "Serge"; "Gli uomini"drammatico2006
Michele MeddaTragica ossessionefantascienza1994
Mark Millar, John RomitaKick-Ass (omnibus)comico2012
Matt Wagner, Steven Seagle, Guy DavisSandman Mystery Theatre: il fantasma della fierapoliziesco/criminale2003
Kaori YukiRagazzo della porta accanto, Ilshōnen'ai2005
autoretitologenereanno
AA.VV., Piers Anthony, R. Margroff, Andrew OffuttC'è sempre una guerraracconti1966
AnonimoSins of the cities of the plain, Theromanzo2013
Alessandro CalderoniMestiere più @ntico del mondo, Ilsaggio2008
Nicole CanetHôtels Garnis: garçons de joiecatalogo2012
Dennis CooperMiei pensieri perduti, Iromanzo2002
Thierry Delessert"Les homosexuales dont un danger absolu"saggio2012
Omar Di MariaMaruaniromanzo2011
Mario FortunatoTre giorni a Parigiromanzo2016
Paolo GiordanoDivorare il cieloromanzo2018
Andrew Sean GreerBallata di Pearlie Cook, Laracconti2009
Tutti i risultati (35 libri) »
titoloartistaanno
Gigolò2010

Le recensioni più lette di questi giorni

  1. 1

    Isabella (fumetto, 1966)

    di

  2. 4

    Relax (videoclip, 1983)

    di

  3. 5

    Sukia (fumetto, 1978)

    di

  4. 6

  5. 7

  6. 8

    Mani di fata (film, 1983)

    di

  7. 9

    Altri libertini (libro, 1980)

    di