Teeth (House of Gaga, 2009)

I vampiri gay sono incredibilmente di moda, nel 2009. (Tanto di moda, fra lettrici e spettatrici, che un grazioso articolo di "Esquire" si chiede se i vampiri non siano ormai una metafora dei gay tout-court, nelle fantasie erotiche delle donne eterosessuali americane).

Nulla di più naturale, quindi, che per realizzare un video-omaggio della canzone "Teeth" ("Denti") di Lady Gaga, li abbia evocati anche il regista Sergio Ceron, messicano (che per qualche strana ragione è spesso descritto in Rete come "russo").

Ceron fa parte della "Haus of Gaga", la factory creativa di Lady Gaga, e benché questo non sia un video "ufficiale", e non appaia pertanto sul sito di Lady Gaga, è palese che non può essere uscito senza l'imprimatur personale (e qualcuno aggiunge anche: il finanziamento) della diva in persona. Che grazie a questa ambiguità ha ringraziato, con un clip espressamente omosessuale, la sua audience gay, ma senza abusare della pazienza di quella etero, già da lei sovraccaricata di frociaggine fino al livello di guardia...

Le parole della canzone giocano col modo di dire "mostrami i denti" ("fammi vedere quanto vali") per sfidare un uomo a un rapporto sessuale deciso e robusto, con varie allusioni non implicite all'SM ("ti amerò con le mani legate") e al rapporto orale:

"Voglio solo il tuo sesso.
Mordi la carne di questa ragazzaccia
(carne di ragazzaccia)
stacca un morso di me
fammi vedere se sei mediocre".
Ceron ha trasformato questo motivetto dal ritmo ossessivo nel racconto d'una fascinazione sadomaso tra carnefice e vittima. Con la vittima che finisce per prevalere.

Il clip inizia con un bel fotomodellone decisamente ben piazzato e vestito di cuoio che ne porta un altro, con le mani legate dietro la schiena, in un sotterraneo attrezzato a camera di tortura per vampiri. Gli occorre vedere i denti del prigioniero per essere certo della sua identità vampiresca, prima di giustiziarlo (almeno, così l'ho capita io).
Il clip s'apre infatti con la frase più stupida della storia del cinema, meritevole di assurgere a "cult" alla pari di "All your base are belong to us". Il carnefice dice infatti, in italiano, alla vittima: "Mostrami ivos-tri den-ti". Che è pari-pari il tipo di traduzione della frase "Show me your teeth" che si potrebbe ottenere digitandola in un traduttore automatico online...

Non ho compreso perché l'ammazzavampiro dovesse essere italiano finché un fermo-immagine non m'ha rivelato il mittente del messaggio che appare per un attimo sul suo cellulare: "Può intascare la taglia". Firmato: VATICANO.
Dunque il giovanotto membruto (che ovviamente s'è affettato a mettersi a torso nudo entro due secondi) parla italiano per indurre lo spettatore a pensare al Vaticano (che in effetti è la stessa cosa dell'Italia), per conto del quale perseguita i vampiri (e fammi ricordare: la metafora di chi sarebbero i vampiri, secondo "Esquire"?).
Dopodiché però il Vaticano comunica con lui, italiano, in inglese... Qualcuno aveva molta fretta, nel buttar giù lo storyboard di questo video...

Il carnefice (l'ho già detto?) è un pezzo di marcantonio che non finisce più, talmente muscoloso che i suoi movimenti di ballo (attorno alla sedia su cui è legato l'impassibile vampiro) risultano goffi e impacciati.
Per far aprire la bocca al vampiro (altro culturista!) il carnefice (che non ricordo se l'ho detto, ma è un gran bel figliolo) le prova tutte: aglio, crocifissi, pinze in metallo, minacce col paletto di frassino, luce violenta, offerta di sangue spillato dai pettorali, e molte molte molte lusinghe erotiche, nel tentativo di indurlo a un bacio.

Palesemente però il fisico della vittima ha distratto il carnefice (a proposito: gran bel ragazzone...), che non s'è accorto che il vampiro è riuscito a slegarsi, ed alla fine i denti li mostra sì, ma non nel modo richiesto. (Il mio amico Pigi me lo ha sempre detto che gli slaves vanno legati bene, perché se no ti si rivoltano contro...). Così la vittima alla fine riesce a dare una gran bella succhiata (to'!) al carnefice.
Lascio a voi la gioia di decifrare tutte le altre allusioni al rapporto omosessuale sadomasochista, peraltro piuttosto esplicite (voglio dire, se non s'interpreta in chiave sessuale, che senso ha che il gesto del carnefice che bagna la faccia del vampiro schizzandogli addosso... una lattina di birra?).

L'impostazione di questo clip è lontana dalla follia camp dei video di Lady Gaga, ed esprime uno spirito più "dark" (il sesso è una cosa seria, signori miei...), lontana dall'eccesso fine a se stesso. Ma chi va con la Gaga impara a gagheggiare, e così succede, che so, che i due amanti/rivali si dividano le strofe della canzone cantando entrambi con la voce di Lady Gaga... mai vista cosa più camp di questa! Altro che seriosità del rito s/m!

Personalmente ho gradito, e mi sono pure divertito nel gioco di decifrare questo piccolo rebus visivo. Unico appunto: la prossima volta a ballare si prenda un ballerino, per cortesia, non un fotomodello/bodybuilder (che peraltro, mi si permetta un appunto, è un gran bel pezzo di gnocco).

Un video da guardare, e da consigliare agli amici.
La riproduzione di questo testo è vietata senza la previa approvazione dell'autore.

Potrebbe interessarti anche…

autoretitologenereanno
AA.VV.Frammentishōnen'ai2003
AA.VV.Gocceshōnen'ai2002
Barbara Apostolico, Claudia LombardiCaim 4shōnen'ai2004
Francesca Bonifacio, Lucia Piera De PaolaSynapsysshōnen'ai2013
Copi (pseud. Raul Damonte-Taborda)Fantastico mondo dei gay, Ilcomico1987
Gaspare De Fiore, Santi D'AmicoDe Sadeerotico1971
Enzo Di LauroSol 4015fantascienza2011
Roy (pseud.) KlangDick mastererotico2003
Kazuma KodakaKizuna 2shōnen'ai2001
Ralf KönigKonrad & Paulcomico1994
Tutti i risultati (24 fumetti) »
titoloautoredata
L'impero degli orsi
Intervista a Gengoroh Tagame
Massimo Basili18/06/2010
autoretitologenereanno
AA.VV.Alien sexracconti2003
AA.VV.Da Sodoma a Hollywoodmiscellanea1995
AA.VV.Leatherfolksaggio1991
AA.VV., Edward Bryant, Bruce McAllister, Connie WillisFantasexracconti1998
AA.VV., Samuel Delany, Philip José FarmerPremi Hugo 1955-1975, Iracconti1978
Dario BellezzaCarnefice, Ilromanzo1973
Dario BellezzaInnocenza, L'romanzo1970
Dario BellezzaLettere da Sodomaromanzo1977
Francis BertheletSolstice de ferromanzo1983
Gian Piero BonaPantaloni d'oro, Iromanzo1969
Tutti i risultati (54 libri) »
titoloartistaanno
EroticaMadonna, Naomi Campbell, Isabella Rossellini, Tony Ward1992
Point GGael, Gael Hausmann2010
RelaxHollie Johnson, Paul Rutherford1983

Le recensioni più lette di questi giorni

  1. 1

    Isabella (fumetto, 1966)

    di

  2. 4

    Sukia (fumetto, 1978)

    di

  3. 5

  4. 6

    Relax (videoclip, 1983)

    di

  5. 7

    Mani di fata (film, 1983)

    di

  6. 8

  7. 10

    Altri libertini (libro, 1980)

    di