What what (in the butt) (Samwell, 2007)

Questo divertente video camp è stato il primo, fra quelli a tematica gay, a comprendere le potenzialità offerte da un nuovo sito lanciato l'anno precedente (2006), Youtube, che permettevano di aggirare il problema della censura Tv sui video a tema esplicitamente sessuale.
Esso è infatti nato espressamente per la Rete, dato che le parole escludono a priori la sua apparizione in Tv:

Ho detto: "Cosa, cosa? Vuoi farlo nel culo?"
Vuoi farlo nel mio culo, nel mio culo?
E facciamolo nel mio culo, ok!
(...)
Dàmmelo, se ti fa piacere
ed io ti darò quel che ti serve".
Ebbene: contro ogni più rosea previsione dei creatori, alla data del luglio 2010 il video aveva ricevuto lo sproposito di trenta milioni di visite su Youtube. Molte più di quanto gli autori s'aspettassero, tant'è che la boutade visiva della croce ardente che apre il filmato, che sarebbe passata sotto silenzio se il video non fosse diventato così celebre, è motivo d'imbarazzo ora che il clip è una celebrità mediatica (il sesso è ormai un mercato ed è quindi ok esibirlo, la religione invece è un tabù e quindi non è affatto ok criticarla).
Tant'è che per cercare di mettere una toppa sul buco viene ora ridicolmente spiegato che si tratta d'una dichiarazione visiva sulle credenze spirituali di Samwell. (Infatti è palese a tutti che il posto migliore per esprimere la propria spiritualità è una darkroom...).

Il filmato è fatto con pochi mezzi ma è ben curato. Presenta il cantante in tre diverse acconciature da "cuccatore" da discoteca (una della quale esibisce la scritta "what what" in borchie metalliche sul sedere), esibite in contemporanea, mentre balla e canta su uno sfondo modificato di continuo da effetti di computer-graphic.
Il risultato è più che dignitoso, e la sfacciataggine camp del cantante, un negretto "convinta" al 101%, è assolutamente spiazzante, e molto divertente.

Questo spiega il successo straordinario del video, che è diventato un "fenomeno mediatico" grazie ai soli mezzi della Rete, al punto da meritarsi una parodia nel cartone animato South Park.

Se sapete l'inglese e v'interessa un'intervista con l'autore che commenta le reazioni suscitate da questo bizzarro video, la trovate su Youtube.
La riproduzione di questo testo è vietata senza la previa approvazione dell'autore.

Potrebbe interessarti anche…

nomeprofessioneautoreanni
Étienne-Benjamin DeschauffourssodomitaVari2690 - 1729
titoloanno
Pepito l'envertido1970
autoretitologenereanno
Giorgio Cavedon, Leone FrolloLuciferaerotico1971
Alejandro Jodorowsky, Theo CaneschiIl papa terribilebiografico2014
autoretitologenereanno
AA. VV.Queering the Middle Agessaggio2001
AA.VV.Essai sur la pédérastie [1785]documenti2002
AA.VV.Long before Stonewallmiscellanea2007
AA.VV.Pelo vaso traseiromiscellanea2007
AA.VV.Reclaiming Sodommiscellanea1994
AA.VV.Romanzi erotici del '700 franceseromanzo1995
AA.VV.Sodomy in early modern Europemiscellanea2002
AA.VV., George Rousseau, Harriette Andreadis, Winfried Schleiner, Allison Kavey, H. Darrel Rutkin, P. G. Maxwell-Stuart, Kevin Siena, Cristian Berco, Faith Wallis, Derek Neal, Kenneth BorrisThe sciences of homosexuality in early modern Europemiscellanea2008
AnonimoThe case of sodomy, in the tryal of Mervin Lord Audley, Earl of Castlehaven, for committing a rape and sodomy with two of his servants,documenti2010
Pietro AretinoRagionamentiracconti1993
Tutti i risultati (68 libri) »
titoloautoredata
La "tristezza" di Pietro di Vinciolo
Note per una lettura della novella V 10 del Decameron
Vari08/11/2008
titoloartistaanno
Bubble2013
Moya podruga - Popa druga!2012

Le recensioni più lette di questi giorni

  1. 1

    Relax (videoclip, 1983)

    di

  2. 4

    What/If (serie tv, 2019)

    di

  3. 5

  4. 6

    Altri libertini (libro, 1980)

    di

  5. 7

  6. 9

    Sukia (fumetto, 1978)

    di