Normal, Ohio: una sitcom scomoda

14 aprile 2004

Una serie notevole, ben girata, ben scritta, ben interpretata. Il protagonista, John Goodman, è attore di talento, già sperimentato in televisione nella notevolissima serie Roseanne, e per Normal, Ohio ha vinto nel 2001 il People's Choice Award per il miglior attore in un nuovo show televisivo, mentre la protagonista femminile aveva già interpretato con successo il ruolo della migliore amica di Ellen nella serie omonima.


La vicenda era piuttosto originale, ed è in sostanza riassunta dallo slogan usato dalla Fox per lanciare la serie: «can you come home after you come out?». Attraverso situazioni per lo più canoniche vengono affrontate tematiche significative, nonostante il protagonista non sia un eroe delle rivendicazioni sociali: nella puntata A Thanksgiving episode il figlio litiga col padre perché a una partita si è lasciato insultare da uno spettatore senza reagire.


Si aggiungano ancora altri personaggi scomodi, in particolare quello del padre del protagonista, un vecchio acido e omofobo che non accetta l'omosessualità del figlio, di cui incolpa l'ex nuora, e si ottiene il quadro di una serie scomoda, originale proprio per la sua totale mancanza di compiacenza nei confronti delle attese tanto del pubblico eterosessuale (tipo i luoghi comuni infarciti di sterile asessualità alla Will & Grace) quanto di quello omosessuale (il protagonista, come detto, non è un militante modello e gli altri personaggi sopportano la sua omosessualità più che accettarla).


Proprio nella sua mancanza di idealizzazioni, Normal, Ohio era una serie che poteva dire molto: non stupisce che sia stata cancellata subito (cinque episodi sono rimasti addirittura nel cassetto e non sono mai stati trasmessi), schiacciata dall'audience della contemporanea edizione americana di Chi vuol essere milionario?. «Who wants to be a millionaire? What a rip off!», diceva Linda in un episodio di Gimme Gimme Gimme, come sempre liberatorio.

La riproduzione di questo testo è vietata senza la previa approvazione dell'autore.

Potrebbe interessarti anche…

titoloautoredata
Gruppo di famiglia in un esterno
AUT incontra Stefano Bolognini in occasione dell’uscita del suo libro Una famiglia normale (Edizioni Sonda, € 11)
Daniele Cenci05/11/2008
Una produzione dal basso: “Il lupo coi calzoncini corti”Alessandro Rizzo12/07/2009
autoretitologenereanno
Franca Bimbi, Rossana TrifilettiMadri sole e nuove famigliesaggio2006
Copi (pseud. Raul Damonte-Taborda)Ballo delle checche, Ilromanzo1996
Daniela DannaMatrimonio omosessualesaggio1997
Harvey FiersteinCage aux folles, Lalibretto1987
Curzio MalapartePelle, Laromanzo1949
Edmund WhiteGiovane americano, Unromanzo1990

Le recensioni più lette di questi giorni

  1. 1

  2. 5

    Relax (videoclip , 1983)

    di

  3. 7

  4. 9

    Dune (libro , 1984)

    di

  5. 10

    Spatriati (libro , 2021)

    di