Six Feet Under

13 novembre 2005

Delle infinite serie che negli ultimi anni hanno incluso personaggi gay, questa è indubbiamente una delle più originali, e una di quelle che hanno fatto parlare di più, già per la scelta di farne protagonista una famiglia di becchini.

La famiglia Addams del XXI secolo si chiama Fisher. Il padre muore nella prima puntata, ma torna spesso nelle visioni dei familiari. A portarne avanti l'azienda rimangono i due figli maschi, Nate e David. Con loro, in una casa davvero addamsiana, vivono anche la madre, Ruth, e la sorella adolescente, Claire.


Fin dall'inizio la serie, drammatica ma ricca di venature umoristiche, si è concentrata soprattutto sulle relazioni sentimentali (e sessuali) che legano i vari personaggi. Ad esempio Nate e la sua fidanzata nevrotica, Brenda, conosciuta (in senso tradizionale) su un aereo e poi ancora (in senso biblico) in uno sgabuzzino dell'aeroporto. La loro relazione nasce da questo incontro occasionale, e Nate si ritrova ad avere a che fare con una famiglia di psicopatici (composta da un fratello pazzo e da una madre ninfomane).

Persino Ruth ha svariati amanti nel corso della serie: per quanto repressa e costantemente sull'orlo di una crisi di nervi, sembra avere tutta l'intenzione di recuperare il tempo perduto, sebbene a dire il vero già prima che morisse il marito se la intendeva con il suo parrucchiere.


E poi c'è il personaggio gay, David. Nella prima stagione fidanzato con un poliziotto di colore, David viene mollato perché troppo velato. Nate e la madre ne scoprono l'omosessualità per caso (il primo trova un video porno del fratello, la secondo raccoglie le indiscrezioni di una collega del figlio). Nate trova la cosa divertente, per Ruth è un colpo, ma la donna supera presto il trauma, ci rimane male più che altro per non aver ricevuto prima confidenze dal figlio, elabora rapidamente i sensi di colpa e si fa persino troppo invadente per i gusti di David, che alla fine esce allo scoperto anche nella bigotta comunità religiosa che frequenta.

David ha poi diversi incontri occasionali, per lo più gente rimorchiata in discoteca, e una breve storia con un ragazzo, mentre il suo ex ha a sua volta una nuova relazione con un pompiere, ma alla fine i due si rimettono insieme e pensano anche di adottare un bambino. La loro coppia però entra presto in crisi, tanto che le provano tutte: dalla terapia di coppia al sesso a tre. David intanto si inserisce in un coro gay, si fa nuovi amici e liquida con poche battute l'omofobia del nuovo socio, Federico, ultraconservatore rimasto traumatizzato quando, tornando a casa dal lavoro, ha trovato il cugino, sposato, in dolce e attiva compagnia: non si trattava della moglie, né di una donna...


Insomma c'è veramente tanta carne al fuoco in questa serie che ha goduto di un ottimo successo negli Stati Uniti (da noi è stata penalizzata da programmazioni infelici per orario e scarsa promozione, anche sulla tv satellitare) e che ha saputo come poche altre affrontare l'argomento omosessualità a tutto campo ma senza clamori, mettendola sullo stesso piano di tutte le altre (disastrate) relazioni della serie e spingendosi fino a un livello di quotidianità inedita, che nel tempo ne ha avvicinato sempre più i toni a quelli di una soap, nonostante i molti personaggi irregolari che la popolano.

Tra gli altri vale la pena ricordare il professore d'arte di Claire, bisessuale, che si porta a letto il fidanzato della ragazza e che anni prima si portava invece a letto Billy, il fratello di Brenda.

La riproduzione di questo testo è vietata senza la previa approvazione dell'autore.

Potrebbe interessarti anche…

titoloautoredata
Gruppo di famiglia in un esterno
AUT incontra Stefano Bolognini in occasione dell’uscita del suo libro Una famiglia normale (Edizioni Sonda, € 11)
Daniele Cenci05/11/2008
Una produzione dal basso: “Il lupo coi calzoncini corti”Alessandro Rizzo12/07/2009
autoretitologenereanno
Franca Bimbi, Rossana TrifilettiMadri sole e nuove famigliesaggio2006
Copi (pseud. Raul Damonte-Taborda)Ballo delle checche, Ilromanzo1996
Daniela DannaMatrimonio omosessualesaggio1997
Harvey FiersteinCage aux folles, Lalibretto1987
Curzio MalapartePelle, Laromanzo1949
Edmund WhiteGiovane americano, Unromanzo1990

Le recensioni più lette di questi giorni

  1. 1

  2. 5

    Relax (videoclip , 1983)

    di

  3. 7

  4. 9

    Spatriati (libro , 2021)

    di

  5. 10

    Dune (libro , 1984)

    di