È una questione d'amore

16 febbraio 2010

Alex Sanchez affronta per la prima volta in maniera approfondita il rapporto tra sessualità e spiritualità, in un ennesimo romanzo che vede come protagonisti, teenager americani alle prese con le proprie pulsioni e i contrasti nei confronti di una società ottusa, come può essere quella di una provincia texana.

Pablo è un liceale 17enne di origine messicana che vuole cancellare le proprie origini facendosi chiamare Paul. Ha una fidanzata, Angie, con la quale ha uno splendido rapporto platonico e con la quale esce settimanalmente per le consuete serate a base di cinema e ristorante cinese. Condivide con Angie la compagnia di altre ragazze, Dakota e Elisabeth, sue compagne di scuola. Ma soprattutto, come Angie, Paul canta nel coro della chiesa ed è attivo nel club di letture bibliche. Per lui, che ha perso la madre di recente a causa di una lunga malattia, la religione costituisce quindi una ragione di vita. Qualsiasi azione egli compie, mette sempre innanzi a sé le preghiere per il buon Dio, tanto che sulla propria scrivania nella sua camera, ha istituito una "scatola di Dio" ("The God Box" è il titolo originale del romanzo) in cui riporre tutte le sue speranze per il futuro e le sue richieste nei momenti di sconforto e insicurezza.

La vita scorre tranquilla fino al momento in cui a scuola arriva Manuel, il primo ragazzo apertamente gay e contemporaneamente cristiano praticante che Paul abbia mai conosciuto. Paul sarà costretto per la prima volta a mettersi davanti allo specchio, confessando a sé stesso i dubbi sulla propria sessualità. Sebbene stia bene con Angie, Paul deve prendere coscienza circa le proprie pulsioni verso persone del suo stesso sesso. La paura di dover mettere a repentaglio le proprie sicurezze su cui si basa la sua vita, lo spinge a rifiutare la compagnia di Manuel. Sarà Angie invece a convincerlo che Manuel è un ragazzo degno di approvazione che va aiutato, soprattutto perché rischia di essere messo al bando dalla maggior parte degli studenti della scuola. Inizia quindi per Paul una stagione piena di dubbi, di segreti non detti, di mezze verità e molte bugie, in cui la fede sembra essere la sola luce ad indicargli la strada da percorrere. Ascoltando l'interpretazione di Manuel concernente i passaggi biblici in cui si accenna all'omosessualità, Paul deve riconsiderare le proprie convinzioni. La sincerità e la schiettezza di Manuel portano il ragazzo a drammatiche conseguenze, di fronte alle quali Paul dovrà prendere una decisione irrevocabile che gli cambierà la vita.

Scritto come i precedenti libri di Sanchez adoperando un linguaggio molto leggero e facilmente comprensibile, È una questione d'amore cerca - anche grazie all'ausilio di spiegazioni circa alcuni significativi passaggi biblici - di colmare il disagio di molti giovani gay nei confronti di una fede bigotta che li vorrebbe reietti come "figli di un Dio minore".

La riproduzione di questo testo è vietata senza la previa approvazione dell'autore.

Altre recensioni per È una questione d'amore

titoloautorevotodata
E' una questione d'amoreFrancesco Gnerre
25/04/2011
È una questione d'amorePiera Zani
24/11/2011
De flores y esmeraldas, en las frescas mañanas escogidas, haremos las guirnaldas en tu amor florecidas…Mauro Fratta
18/07/2016

Potrebbe interessarti anche…

autoretitologenereanno
Francesco Gnerre, Gian Pietro LeonardiNoi e gli altrimiscellanea2007
Alex SanchezA modo mioromanzo2012
Alex SanchezCarlos e Salromanzo2007
Alex SanchezRainbow boysromanzo2004
Alex SanchezRainbow highromanzo2005
Alex SanchezRainbow roadromanzo2006

Le recensioni più lette di questi giorni

  1. 3

    Altri libertini (libro, 1980)

    di

  2. 5

    Smalltown boy (videoclip, 1984)

    di

  3. 6

  4. 7

    Sukia (fumetto, 1978)

    di

  5. 9

    Relax (videoclip, 1983)

    di