Mai-hime. Il primo anime con chiari riferimenti allo yuri.

8 dicembre 2011

Mai-hime fa parte del genere avventura/azione, anche se si trovano chiari riferimenti allo yuri (termine giapponese che indica le relazioni tra donne, usato sopratutto nei manga e negli anime).

Dalla serie sono stati tratti diversi lavori: uno spin-off dal titolo Mai-otome che si sviluppa in un mondo alternativo ma con gli stessi personaggi, un manga (edito anche in Italia), e numerose Djinshi (riviste edite da fan che contengono articoli, fumetti o racconti che presentano seguiti o storie alternative dei manga o degli anime trattati).

Questa serie può essere considerata un punto epocale per gli anime che contengono riferimenti o sono totalmente yuri, infatti a differenza di altre opere d'animazione in cui l'espressione dei sentimenti omosessuali è sempre considerata una faccenda privata e riguarda solo i protagonisti, in Mai-hime (nel ventitreesimo episodio) si assiste al primo coming-out pubblico da parte di Shizuru nei confronti di Natsuki, e la serie tocca il suo culmine proprio quando Natsuki si accorge di ricambiare i sentimenti dell'altra ragazza.
Purtroppo questa serie animata non è ancora stata notata dai produttori italiani, tuttavia è possibile trovarla facilmente in streaming sottotitolata in italiano.

Degna di nota è anche la colonna sonora dell'anime, composta da Yuki Kajiura, che mixa sapientemente musica tradizionale giapponese con musica pop, sia orientale che occidentale, creando cosi un effetto di stupore continuo che contribuisce a rendere emozionanti i vari momenti della serie.

La riproduzione di questo testo è vietata senza la previa approvazione dell'autore.